Dichiarazioni dei PilotiFormula 1 2017Gran Premio MalesiaScuderia FerrariSebastian Vettel

Formula 1 | GP Malesia 2017, Sebastian Vettel: “Rimango ottimista, la macchina c’è”

Sebastian Vettel porta a casa un sofferto 4° posto dopo essere partito ultimo. In Ferrari si dovrà investigare per individuare e correggere i problemi di affidabilità che hanno colpito entrambe le vetture

Sebastian Vettel è stato protagonista di un’ottima rimonta al GP Malesia in una gara iniziata dal fondo della griglia. Dopo un sabato sfortunato, il tedesco della Ferrari è risalito fino alla quarta posizione, sfiorando il podio. Superare Daniel Ricciardo tuttavia non è stato possibile per un sospetto problema, oltre al degrado delle SuperSoft sfruttate al massimo per raggiungere la zona podio .

Ad ogni modo in casa Ferrari la sfortuna non ha cessato di regnare, con Kimi Raikkonen che è stato costretto ad abbandonare la griglia di partenza prima ancora del via per un problema elettrico che il team dovrà investigare. Sebastian Vettel non si dichiara preoccupato per i problemi rinvenuti nel corso del fine settimana, in cui ha potuto limitare i danni in ottica Mondiale. Il pilota Ferrari è 2° con 247 punti contro i 281 di Hamilton. 

Rimango ottimista, perché sappiamo di avere una macchina veloce. Certo, è stato un peccato per Kimi non poter prendere il via, e per me dover iniziare la gara dal fondo dello schieramento. Abbiamo lottato per il podio, ma nel finale le gomme stavano iniziando a cedere e non potevamo mantenere il rimo. Tuttavia vedere che la monoposto è buona promette bene, anche se sia io che Kimi abbiamo avuto problemi nel week-end. Non so se si tratti dello stesso problema, dovremo controllare. So bene però che non è l’ideale avere una macchina fuori dai giochi il sabato e la domenica. Quindi c’è qualcosa che dobbiamo capire.”

“E’ stato un week-end difficile ma almeno sappiamo di avere il passo giusto. Finora con l’affidabilità siamo stati piuttosto ben messi, per cui sinceramente non sono molto preoccupato, ma è un problema che dovremo risolvere.”

Vettel nel duello con Ricciardo ha inoltre avuto qualche incomprensione con il doppiato Alonso, impegnato a correre la propria gara contro Hulkenberg. Lo spagnolo si sarebbe fatto passare dall’australiano, per poi occupare la traiettoria di Vettel, che si è lamentato via radio questionando la correttezza del pilota. Tuttavia la manovra è rientrata nei limiti della regolarità, nonostante Vettel in conferenza stampa abbia affermato che Alonso sia contro la Ferrari.

Un altro episodio ha visto Vettel nell’occhio del ciclone: durante il giro d’onore la Ferrari è stata distrutta da Lance Stroll, intento a guardare le tribune e non negli specchietti retrovisori. Non essendo un momento di gara, la FIA ha dichiarato di non prendere ulteriori misure dopo l’investigazione.

 

Prosegui la lettura

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 19 anni e ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre. Ora studio lingue all'università Ca' Foscari e faccio parte di f1world da 3 anni. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Vedi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *