GP Giappone 2017, Sebastian Vettel: “Tutto d'un tratto niente più potenza”

Formula 1 | GP Giappone 2017, Sebastian Vettel: “Tutto d’un tratto niente più potenza”

Nel GP del riscatto definitivo Sebastian Vettel è stato costretto nuovamente al ritiro, stavolta per un problema al via che ha diminuito gradualmente la potenza della sua Ferrari

Un altro zero, pesante come un macigno. Un altro problema di affidabilità, stavolta più semplice di quelli capitati durante il weekend della Malesia, ma che ha scatenato un inconveniente via via diventato sempre più grande.

Ancora prima di schierarsi in griglia Sebastian Vettel ha capito che a Suzuka la sua corsa sarebbe durata ben poco: allo spegnersi dei semafori rossi la sua Rossa era più lenta del previsto, per cui l’unica alternativa in questo caso era tornare prontamente ai box per risolvere questa ennesima noia meccanica.

Una volta attorniato dai meccanici in rosso, però, Seb ha dovuto prendere l’amara decisione di dover dire addio alla sua gara sull’ottovolante giapponese: se a Sepang era stato un condotto poco resistente tra compressore e motore termico della sua SF70H, stavolta è stata una semplice candela a sventolare bandiera bianca, al punto da togliere gradualmente potenza fino a far ammutolire il V6 turbo di Maranello.

Abbiamo avuto un piccolo problema che poi è diventato molto più importante – ha dichiarato mestamente il tedesco della Ferrari – Non avevamo potenza sia nel giro di formazione che nei primi giri. A niente è servito resettare il sistema, né tentare di risolvere il tutto dal muretto dei box rimanendo in pista. Si è trattato di un inconveniente all’accensione: ora dobbiamo capire il perchè si è verificato”.

Con questa ennesima doccia fredda, il pilota di Heppenheim vede ancora più difficile il suo recupero in ottica Mondiale. Soprattutto con un Hamilton che, a differenza sua, non sta sbagliando più nulla. “La rincorsa al Titolo? Adesso è ancora più complicata. Quello che dobbiamo fare ora, però, è tirare un attimo il fiato. Tutta la squadra è stanca e dobbiamo recuperare in vista delle ultime quattro gare, perchè il nostro pacchetto è comunque competitivo”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.