gp giappone qualifiche lewis hamilton

Formula 1 | GP Giappone 2017, qualifiche: Lewis Hamilton detta il passo

Il pilota tedesco della Mercedes batte il record della pista e rifila quasi mezzo secondo alla Ferrari di Vettel

Non c’è stata storia in questa qualifica, valida per il GP del Giappone, con Lewis Hamilton in testa in tutte e 3 le sessioni. Il pilota inglese e leader del mondiale conquista la pole numero 71 e la sua prima a Suzuka e facendo segnare il record della pista in 1’27″319 .
lewis hamilton qualificheLa sua ultima pole qui in Giappone risale al 2008 sul tracciato del Fuji. Il secondo tempo va a al compagno di squadra Valtteri Bottas che però dovrà scontare una penalizzazione di 5 posizioni per la sostituzione del cambio. Al terzo posto la Ferrari di Sebastian Vettel che ha bloccato il crono in 1’27″791.
Domani però partirà secondo. Quarto e quinto posto per le due Red Bull di Daniel RicciardoMax Verstappen. Solo sesto tempo per Kimi Raikkonen, che poi dovrà retrocedere di cinque posizioni, anch’egli per la sostituzione del cambio. Altra coppia di piloti della stessa scuderia in settima e ottava posizione con le due Force India di Esteban Ocon e Sergio Perez. Chiudono la top ten Felipe Massa e Fernando Alonso.

La cornaca della qualifica:

La Q1 termina con una bandiera rossa con l’uscita della Haas di Romain Grosjean che finisce fuori.
I primi cinque eliminati sono le due Sauber, poi la Toro Rosso del debuttante Gasly e a sorpresa la William di Stroll che non è riuscito a migliorarsi vista l’interruzione ad un minuto dalla fine.
La sessione quindi si chiude quindi con il miglior tempo della Mercedes di Lewis Hamilton, che con gomme soft ha girato in 1’29″047, precedendo di un decimo la Ferrari di Kimi Raikkonen e la Red Bull di Max Verstappen, che invece hanno utilizzato le supersoft.
Invece i primi esclusi sono:
16. Romain Grosjean – Haas – 1’30″849
17. Pierre Gasly – Toro Rosso – 1’31″317
18. Lance Stroll – Williams – 1’31″409
19. Marcus Ericsson – Sauber – 1’31″597
20. Pascal Wehrlein – Sauber – 1’31″885

Inizia la Q2 con Raikkonen subito fuori per cercare il tempo, questo per evitare di trovarsi fuori dalla Q3 vista la penalizzazione di 5 posizioni per aver sostituito in cambio dopo l‘incidente nella sessione 3 del mattino. Intanto Hamilton fa il record della pista girando in 1’27″819 battendo quello di Michael Schumacher del 2006. La Q2 si chiude con il miglior tempo di Lewis Hamilton che stacca di 6 decimi Sebastian Vettel a parità di gomme supersoft, poi Valtteri Bottas e Max Vestappen, intanto nelle ultime tornate Fernando Alonso agguanta la top ten.
Escono quindi dalla Q2  Stoffel Vandoorne, Nico Hulkenberg, Kevin Magnussen, Jolyon Palmer e Carlos Sainz  che comunque partirà ultimo per le varie penalizzazioni.
Di seguito i tempi degli esclusi in Q2:
11. Stoffel Vandoorne – McLaren – 1’29″778
12. Nico Hulkenberg – Renault – 1’29″879
13. Kevin Magnussen – Haas – 1’29″972
14. Jolyon Palmer – Renault – 1’30″022
15. Carlos Sainz – Toro Rosso – 1’30″413

Inizia la Q3 e al semaforo verde subito fuori Lewis Hamilton che vuole dettare il passo cercando di conquistare la sua prima pole sul tracciato di Suzuka. Le Mercedes fanno subito il passo, ma Sebastian Vettel non ci sta si infila tra le due frecce d’argento, anche se il ritardo del tedesco è quasi di mezzo secondo. Intanto Daniel Ricciardo fa meglio del compagno Max Verstappen.
L’australiano è quarto con la sua Red Bull, ma staccato di ben un secondo dalla Mercedes di Hamilton. Kimi Raikkonen in difficoltà non riesce ad avvicinarsi ai primi 5.

La Q3 prende forma e negli ultimi tentativi tutti in pista con gomme supersoft. Si lancia subito Hamilton che con un giro perfetto abbatte ancora il record e scende in 1:27.319. Vettel riesce a migliorarsi, ma rimane in terza posizione. Questo vuol dire che il tedesco sarà in prima fila, perché l’altra Mercedes di Bottas pagherà 5 posizioni per la sostituzione del cambio.
Daniel Ricciardo sale in quarta posizione davanti al compagno Max Verstappen, mentre Kimi Raikkonen è solamente sesto e partirà undicesimo. Chiudono la top ten, Esteban Ocon, Sergio Perez, Felipe Massa e Fernando Alonso.

La classifica con i tempi:

Pos. N. Pilota Team Tempo
1 44 Lewis Hamilton Mercedes 1’27″319
2 77 Valtteri Bottas Mercedes 1’27″651
3 05 Sebastian Vettel Ferrari 1’27″791
4 03 Daniel Ricciardo Red Bull 1’28″306
5 33 Max Verstappen Red Bull 1’28″332
6 07 Kimi Raikkonen Ferrari 1’28″498
7 31 Esteban Ocon Force India 1’29″111
8 11 Sergio Perez Force India 1’29″260
9 19 Felipe Massa Williams 1’29″480
10 14 Fernando Alonso McLaren 1’30″687
11 2 Stoffel Vandoorne McLaren 1’29″778
12 27 Nico Hulkenberg Renault 1’29″879
13 20 Kevin Magnussen Haas 1’29″972
14 30 Jolyon Palmer Renault 1’30″022
15 55 Carlos Sainz Toro Rosso 1’30″413
16 08 Romain Grosjean Haas 1’30″849
17 10 Pierre Gasly Toro Rosso 1’31″317
18 18 Lance Stroll Williams 1’31″409
19 09 Marcus Ericsson Sauber 1’31″597
20 94 Pascal Wehrlein Sauber 1’31″885

Scritto da: Silvano Lonardo

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e fotografia, mi occupo di progettare e sviluppare applicazioni web. Mi occupo di SEO, web marketing e Google Adwords. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.