Gasly e Hartley correranno in Messico con la Toro Rosso, Kvyat scaricato

Formula 1 | Gasly e Hartley correranno in Messico con la Toro Rosso, Kvyat scaricato

Per l’imminente GP del Messico la Toro Rosso schiererà Pierre Gasly e Brendon Hartley, mentre Daniil Kvyat rimarrà a piedi

La Scuderia Toro Rosso sembra che voglia puntare tutto sui giovani: dopo aver dato l’opportunità a Pierre Gasly di correre in Malesia e in Giappone e a Brendon Hartley di sostituire il francese sul circuito di Austin, i due saranno richiamati a portare in pista la STR12 anche nell’imminente GP del Messico.

A poco è servito, quindi, il decimo posto rimediato da Daniil Kvyat sul Circuit of The Americas, visto che questa decisione taglia fuori dai giochi, di fatto, il pilota russo dal poter continuare la sua collaborazione con la compagine faentina sulla pista Hermanos Rodriguez di Città del Messico.

L’esordio del neozelandese Hartley, invece, sembra aver convinto la Toro Rosso a concedergli un’ulteriore chance di dimostrare il suo talento. Sul COTA Brendon non ha fatto meglio della 13esima posizione sotto la bandiera a scacchi, ma c’è da sottolineare anche il fatto che è stato praticamente gettato nella mischia senza il benchè minimo training di avvicinamento, tranne quello effettuato sul simulatore.

In ogni caso, per il vincitore dell’edizione 2017 della 24 Ore di Le Mans si prospetta un altro weekend di gara impegnativo, dove potrà sul serio mettere in pratica quanto appreso sul circuito delle Americhe. Pierre Gasly, invece, dopo aver assaporato il sapore della sconfitta sulla pista di Suzuka per via di un tifone che gli ha impedito di lottare per il titolo in Super Formula giapponese, potrà certamente rifarsi in Messico con l’obiettivo di aggiudicarsi un posto sulla futura STR13 del prossimo anno. E chissà che non sarà proprio questa la coppia dei titolari Toro Rosso del 2018…

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.