Formula 1 FIA griglia di partenza

Formula 1 | FIA vuole imporre controlli severi in griglia di partenza su chi infrange le regole

Al Gp Malesia, alcune Scuderie sono state sorprese mentre asciugavano le piazzole in caso di pista bagnata. La FIA ha deciso di aumentare i controlli.

Domenica scorsa, in occasione del Gp Malesia, nella mattinata era caduta la pioggia che ha reso l’asfalto bagnato. A pochi minuti dalla partenza, secondo quanto riferito dalla Force India, molte Scuderie sono state sorprese mentre asciugavano le loro piazzole usando delle ventole. Un’azione che poi è stata segnalata dalla stessa Force India ai commissari FIA, sperando in un’eventuale sanzione.

Secondo l’articolo 22.3 del regolamento sportivo della Formula 1, su questo tipo di azione dice così: “Oltre che alla guida, i concorrenti non possono tentare di alterare il grip di nessuna parte della pista”.

A Sepang, i commissari una volta saputo di quest’azione, hanno consigliato alle Scuderie di smettere di asciugare le loro piazzole, ma invano. Alla fine poi hanno deciso di non riportare questa cosa al direttore di gara, pensando che non si trattasse di violazione grave delle regole.

Al Gp Giappone 2016, questa operazione era stata concessa, e molti pensavano che questa fosse diventata una prassi. Ora, però in occasione del Gp Giappone 2017, nei scorsi giorni la FIA ha deciso di chiarire e spiegare che d’ora in avanti quest’azione non sarà più permessa e quindi il controllo sarà aumentato, specificando che soltanto in situazioni particolari ci saranno delle eccezioni, pertanto ne informeranno le squadre.

Otmar Szafnauer, Capo delle Operazioni della Force India, non ha gradito che la FIA non abbia preso provvedimenti nei confronti delle squadre che hanno asciugato le piazzole in Malesia, e ha avvertito che in futuro penserà di prendere provvedimenti se ciò dovesse ripetersi.

Ecco le sue dichiarazioni a riguardo: “Forse la prossima volta avvieremo una protesta. In questo modo porteremo la cosa nelle mani dei commissari e, se necessario, della Corte d’Appello. Se non c’è punizione, allora non c’è nessun incentivo a non farlo di nuovo”.

Scritto da: Giorgia Meneghetti

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, 30 anni, residente a Fermo nelle Marche. Appassionata di cavalli, e di Formula 1 fin dal 1998 quando correva il mitico nonché mio idolo Michael Schumacher con la Ferrari, di cui sono tifosa sfegatata. Un’altra mia passione si chiama Fernando Alonso, un pilota che apprezzo molto, che sogno di poter incontrare un giorno.

1 Commento

  1. I controlli bruschi in griglia di partenza per chi infrange il restringente regolamento che sono stati imposti dalla FIA dovranno essere cancellati e subito!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.