Formula 1 | Fernando Alonso: “Spero di poter dare del filo da torcere a Lewis nel 2018!”

Fernando Alonso spera che nel 2018 possa dare del filo da torcere a Lewis Hamilton, effettuando altre emozionanti battaglie come quella avvenuta Messico, ed inoltre afferma che il grande affetto dei suoi fan gli regala la giusta carica per andare avanti.

Fernando Alonso lascia soddisfatto il Messico dopo aver disputato una gara in cui probabilmente avrebbe potuto ottenere una posizione più alta rispetto a quella ottenuta, se non avesse dovuto scontare quella penalità che lo ha fatto partire dal fondo della griglia. Il pilota spagnolo ha commentato la battaglia emozionante che ha vissuto in pista con Lewis Hamilton, con cui si è poi congratulato per il suo quarto titolo iridato, insistendo sul fatto che anche lui avrebbe potuto ottenere molti più campionati rispetto a quelli che ha ora.

Il duello tra Fernando Alonso e Lewis Hamilton ha lasciato i tifosi senza fiato e con la speranza che due campioni di tale calibro possano battagliare il prossimo anno per il titolo iridato, a suon di sorpassi e duelli al cardiopalma. Il pilota spagnolo ha beneficiato della scia di Kevin Magnussen, ma questa non è durata a lungo, anzi addirittura ad un certo punto l’ostacolava, infatti ha dichiarato: “Speravo di riuscire a tenere dietro Lewis Hamilton, grazie alla scia di Kevin Magnussen, ma se all’inizio mi ha aiutato, poi ha iniziato ad ostacolarmi per l’elevato degrado delle mescole. Inoltre sapevo di avere carenza di velocità di punta, perciò per mantenere la mia posizione ho cercato di frenare ogni volta un po’ più tardi, ma questo non è stato sufficiente”.

Nonostante durante la battaglia si siano toccati, c’è sempre stato rispetto da parte di entrambi. Senza alcun dubbio, questa sarà una delle grandi lotte che rimarrà nella memoria dei tanti appassionati. A riguardo Fernando Alonso ha affermato: “In quel giro e mezzo ho cercato di rendere le cose a Lewis Hamilton il più difficile possibile. Si sono verificati dei contatti ruota a ruota, ma sempre nel massimo rispetto e spero che le persone che ci hanno guardato si siano divertiti, come ci siamo divertiti noi”. Sul quarto titolo del campione britannico, il due volte Campione del mondo riconosce che è stato abbastanza facile ottenerlo e spera che il prossimo anno, grazie alla potenza della power unit Renault, possa dargli del filo da torcere, per non rendergli le cose così facili.

Perciò Fernando Alonso ha dichiarato: “Penso che quest’anno Lewis Hamilton non abbia avuto un vero e proprio rivale fino alla fine, infatti basta prendere in considerazione il fatto che la Mercedes ha vinto il Campionato Costruttori con quattro gare d’anticipo, e Lewis Hamilton con tre gare restanti”. Il pilota spagnolo quest’anno ha affermato che nonostante la lotta con la Ferrari, l’emozione e la curiosità di sapere chi avrebbe avuto la meglio è durata poco, perché dopo la sfortuna della Ferrari nel tour asiatico, si era capito che Lewis Hamilton era in pole per ottenere il suo quarto titolo mondiale, l’unica incertezza era solo in quale Gran Premio sarebbe stato incoronato vincitore.

Infatti a riguardo ha affermato: “L’anno scorso con Nico Rosberg hanno combattuto fino all’ultima gara per il titolo, ma quest’anno dopo il tour asiatico già si sapeva chi sarebbe diventato il campione piloti e costruttori. In Mercedes hanno fatto un lavoro eccellente ed hanno disputato un anno fantastico perciò dobbiamo congratularci con loro e mi sono congratulato con Lewis Hamilton di persona nel circuito. Speriamo che il prossimo anno potrò dargli del filo da torcere”. Dopo anni di pazienza e sacrifici, il prossimo obiettivo è quello di combattere per il titolo. Qualcosa si capirà durante i test pre-stagionali. Fernando Alonso a riguardo ha dichiarato: “Sarà difficile raggiungere gli avversari, ma cercheremo di fare il possibile per combattere l’anno prossimo, perché il titolo sarebbe un buon passo in avanti, in quanto questi sono stati anni di grande pazienza ed abbiamo investito molto per il futuro”.

“Non vedo l’ora di testare il motore Renault, vista specialmente la competitività che sta dimostrando la Red Bull, specialmente con la bella vittoria di Max Verstappen in Messico, anche se questa non è una formula matematica precisa. Ogni anno infatti, quando si mette la vettura in pista ci sono sempre sorprese positive e negative. Negli ultimi tre anni ho avuto sorprese negative e spero che nella prossima stagione cambierà tutto. E’ difficile sapere se saremo in grado di eguagliare la Red Bull, perché non possiamo fare paragoni adesso, ma le sensazioni sono buone viste dall’ esterno ed il motore sembra davvero valido. Nelle ultime gare abbiamo introdotto nuove parti aerodinamiche e lavorato bene, quindi abbiamo tutti gli ingredienti per essere competitivi il prossimo anno e speriamo di vincere” ha così continuato insistendo lo spagnolo.

Anche se Fernando Alonso ha trascorso anni senza vincere campionati, non molti anni fa ha lottato per vincerne alcuni, ed il fatto che i suoi fan non se ne siano dimenticati, gli regala la giusta carica per andare avanti. Non ha gettato la spugna e sa che i suoi fan sanno dare il giusto valore a tutto ciò che ha fatto nella sua carriera, infatti ha affermato: “Le persone mi riempiono il cuore di affetto e mi caricano della giusta voglia per andare avanti. E’ vero che dal 2006 non ho più vinto il titolo, ma ad esempio nella stagione 2007 era alla mia portata, nel 2010 sono stato campione virtuale ad Abu Dhabi quasi fino agli ultimi giri e nel 2012 è accaduto lo stesso in Messico. Se si pensa all’ultimo titolo iridato vinto, sembra che sia passata un’eternità, ma facendo alcune ipotesi avrei potuto avere quattro o cinque titoli in tutto”. Infine, dopo che un giornalista gli ha chiesto quale sarà la sua prossima sfida dopo le 24 ore di Daytona, lo spagnolo ha scherzato sulla possibilità di iniziare un’avventura sulle moto dicendo ridendo: “In MotoGP, qui la Honda sta facendo molto bene”.

Scritto da: Sabrina Aceto

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 25 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l’aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.