f1renaultmaxverstappenaffidabilita
LAT Images

Formula 1 | Missione affidabilità Renault: personale extra per Red Bull da Singapore

Renault stila un piano di reazione per risolvere i problemi di affidabilità che attanagliano la seconda stagione di Max Verstappen alla Red Bull

I problemi di affidabilità del motore non danno pace a Renault, che dal GP Singapore assegnerà al team Red Bull del personale specializzato per migliorare l’affidabilità del propulsore.

La stagione non procede nel migliore dei modi per il team anglo-austriaco a causa dei ripetuti ritiri sofferti da Max Verstappen. Molti dei DNF collezionati dall’olandese sono dovuti all’inaffidabile power unit Renault, che ha più volte costretto il pilota a ritirarsi nelle fasi iniziali della gara.

Le critiche da parte di Christian Horner non hanno tardato ad arrivare e Renault, oltre ad aver ammesso le proprie colpe, ha stilato un piano di reazione per recuperare terreno sugli avversari privilegiando totalmente il team marchiato TAG Heuer. A partire dalla tappa di Singapore il personale Red Bull sarà pertanto affiancato da tecnici Renault per concentrarsi sull’affidabilità del motore.

Il managing director Renault Cyril Abiteboul circa i problemi riscontrati da Verstappen ha dichiarato: “Come reazione più immediata per ogni complicazione avuta da Max, così come da tutti gli altri piloti, c’è una contromisura messa a punto. L’ultima riguardava il problema al sensore che abbiamo avuto a SPA. Ora c’è una modalità di gran lunga migliore rispetto a quella che possedevamo. Non è questione di scusarsi, perché si trattava di una questione che sarebbe dovuta essere a posto. Non cerco scuse. Sarebbe dovuta essere a posto e ora finalmente lo è.”

“Il secondo punto è che per quanto riguarda l’introduzione di nuovi elementi siamo stati più che fedeli a Red Bull nel garantire loro le parti migliori, anche a spese della stessa Renault. Ci sentiamo di essere in dovere di farlo nei confronti di Red Bull e di Max soprattutto.”

“Infine l’ultimo punto, in termini di personale, consiste nell’aggiunta di maggiori risorse umane. Non è ancora accaduto ma avverrà a Singapore, quando avremo degli addetti che si dedicheranno a loro insieme a qualcuno che curerà l’affidabilità. Stiamo reagendo. Non la stiamo prendendo alla leggera, stiamo reagendo. E sono fiero di come stiamo gestendo questa situazione.” ha concluso Abiteboul.

 

Scritto da: Beatrice Zamuner

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 19 anni e ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre. Ora studio lingue all’università Ca’ Foscari e faccio parte di f1world da 3 anni. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.