Hamilton stuzzica Vettel: “Grazie per avermi mostrato le tue debolezze”

Formula 1 | Hamilton stuzzica Vettel: “Grazie per avermi mostrato le tue debolezze”

Ormai è tutto pronto per l’imminente GP di Malesia, prima del quale il leader di classifica Lewis Hamilton ha voluto mandare una frecciata al rivale Sebastian Vettel

A due settimane dallo scorso Gran Premio sul Marina Bay di Singapore, i protagonisti del Circus iridato sono giunti in Malesia per la prossima tappa prevista dal calendario iridato.
Questo fine settimana andrà in scena l’appuntamento di Sepang, durante il quale proseguirà la lotta per il Titolo Mondiale tra Lewis Hamilton, attuale leader di classifica, e Sebastian Vettel.

Alla vigilia del round malese, il tre volte Campione del Mondo della Mercedes ha voluto spendere alcune parole di elogio nei confronti del suo avversario, definendolo “un atleta eccezionale: bisogna avere rispetto per i propri rivali, e io giudico Sebastian come uno dei piloti migliori di tutti i tempi”.

Poi, però, ecco l’ennesima frecciata studiata appositamente per turbare non solo la situazione, ma anche la stabilità psicologica del tedesco della Ferrari: “Devo ringraziarlo per avermi mostrato tutte le sue debolezze in questa stagione, e in particolare gliene sono grato dell’ultima”.
Il riferimento, ovviamente, è rivolto al crash in partenza nello scorso GP di Singapore, che ha coinvolto Seb, il compagno di squadra Raikkonen e Max Verstappen e che ha fatto molto discutere durante tutte queste settimane.

Dal canto suo, invece, Hamilton punterà in Malesia a dare il 100%, con un solo obiettivo: “Vogliamo la doppietta, soprattutto per cancellare il ritiro dello scorso anno”.
Nella passata stagione il forfait del propulsore tedesco della sua W07 gli era costato molto caro nell’appuntamento finale di Abu Dhabi contro il compagno Nico Rosberg. Vista la superiorità mostrata in questo Campionato, invece, sembra proprio che nulla possa fermare l’asso del reparto corse di Brackley…

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi
Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.