GP Singapore 2017, Sebastian Vettel: “Mi aspetto una lotta serrata con Mercedes e Red Bull”

Formula 1 | GP Singapore 2017, Sebastian Vettel: “Mi aspetto una lotta serrata con Mercedes e Red Bull”

Alla vigilia del GP di Singapore, Sebastian Vettel ha affermato che il Marina Bay dovrebbe essere una pista favorevole alla Ferrari, che però non escluderà una lotta più serrata che mai

Sono trascorsi 15 giorni dallo scorso appuntamento in cui il Circus iridato ha dato spettacolo, quel GP d’Italia nel quale la Ferrari, purtroppo, ha mancato le aspettative di tutti i suoi tifosi.
Certo, Sebastian Vettel ha limitato i danni in quel di Monza con il suo terzo posto, ma questo ha consentito alla Mercedes di fare un ulteriore passo in avanti, oltre che a Lewis Hamilton di conquistare la leadership del Campionato per soli tre punti.

Ora, però, è il momento di trovare la concentrazione per scendere in una pista decisamente differente da quella brianzola: si tratta del Marina Bay Street Circuit, dove questa domenica si spegneranno i semafori rossi sul GP di Singapore, sede del 14esimo round della stagione 2017.
Un tracciato che dovrebbe sorridere di più alla Rossa di Maranello, ma che non escluderà una lotta senza esclusione di colpi con i diretti avversari della Mercedes e, perchè no, anche della Red Bull, la quale potrebbe trovare il guizzo giusto per mettere i bastoni tra le ruote alle due squadre favorite nella lotta al Titolo Mondiale.

Queste, ovviamente, sono le nostre considerazioni, che però sono concordi al pensiero di Sebastian Vettel, il quale si aspetta di poter fare bene senza però voler a tutti i costi puntare alla vittoria: perchè l’obiettivo finale, ovviamente, è quello di “avere il comando della situazione dopo la gara di Abu Dhabi”.

Se, invece, mi guardo indietro, posso dire che Monza non è stata così negativa come tutti hanno pensato – ha sottolineato il tedesco della Ferrari – Salire sul podio davanti a tutti quei tifosi è stato entusiasmante, anche se in gara non siamo riusciti a fare di più perchè non avevamo i mezzi per impensierire le Mercedes. In quella circostanza, anche se abbiamo avuto il sostegno di tutti i ferraristi, non avevamo alcuna possibilità di vincere”.

A Singapore le cose dovrebbero essere differenti, anche se dobbiamo aspettare le prime prove libere di domani per verificare i valori in campo – ha continuato Seb – Il Marina Bay è una sfida eccezionale che, però, crea tanto stress in noi piloti perchè è la gara più lunga e impegnativa di tutta la stagione. Sarà difficile sorpassare e mi aspetto una grande lotta con le Mercedes e le Red Bull: in ogni caso al momento non c’è alcun motivo di credere che non faremo bene in questo weekend”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.