Formula 1 | GP Singapore 2017, Lewis Hamilton: “Noi sfavoriti? Lavoriamo ogni weekend per vincere”

Lewis Hamilton arriva al Gran Premio di Singapore da leader del Mondiale ma lo stretto circuito di Marina Bay potrebbe mettere in difficoltà le Frecce d’Argento

La Mercedes approccia al Gran Premio di Singapore non da favorita: le Frecce d’Argento hanno mostrato evidenti limiti rispetto alle Ferrari nei circuiti ad alto carico aerodinamico e se confermato la vettura tedesca potrebbe incontrare molte difficoltà non solo nei confronti delle Rosse ma anche rispetto ad una Red Bull in crescita.

Lewis Hamilton approccia al Gran Premio di Singapore per la prima volta in questa stagione da leader solitario: tre punti di vantaggio che non saranno facili da mantenere su questo tracciato: “Credo in effetti che su questo tipo di pista Ferrari e Red Bull potrebbero avere dei vantaggi rispetto a noi. Non sarà facile ma il nostro unico target è la vittoria, noi non pensiamo agli altri ma al lavoro che dobbiamo fare per lottare per la vittoria.”

“Qui le qualifiche contano molto viste le difficoltà a sorpassare, specialmente con queste vetture così larghe. Sarà fondamentale trovare il giusto assetto per partire davanti. Non credo che qui potremo ripetere quanto fatto a Monza, proveremo a far rendere la vetture come a SPA e Monza, se ci riusciremo saremo veloci”.

Intanto in casa Mercedes è arrivata la conferma, che risultava scontata ormai già da qualche settimana, del rinnovo di Valtteri Bottas che affiancherà Lewis Hamilton anche nel 2018; al momento il pilota finlandese ha svolto un ruolo quasi impeccabile nel team portando punti pesanti per i costruttori ed aiutando Hamilton nei momenti di bisogno: “Forse così lui sarà più sereno pensando alla prossima stagione – ha dichiarato Hamilton circa il rinnovo del compagno di squadra – ad ogni modo il lavoro da svolgere per entrambi non cambia”.

Qualche battuta anche dal team principal del team, Toto Wolff, a riguardo delle aspettative sul weekend asiatico: “Abbiamo imparato molto dalla gara di Monaco, già dall’ Ungheria abbiamo migliorato le nostre prestazioni e stiamo tuttora facendo progressi. Abbiamo bisogno di capire come sfruttare al meglio il nostro telaio su questi tipi di tracciati”.

Scritto da: Samuele Fassino

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.