Formula 1 | GP Italia, le vittorie Ferrari a Monza: l’ultima con Alonso protagonista!

La Ferrari ha vinto a Monza in 18 occasioni. Il periodo maggiormente trionfale risale all’epopea Schumacher ma è Alonso l’ultimo che è salito sul gradino più alto del podio

L’attesa è veramente finita. Mancano ormai pochissime ore allo start del Gran Premio d’Italia di Formula 1, tredicesima prova del Mondiale 2017 che, come da tradizione si svolge all’Autodromo Nazionale di Monza, la gara di casa per la Ferrari che proprio questo fine settimana ha deciso di celebrare il 70esimo anniversario del Cavallino Rampante in mezzo ai propri tifosi.

Ed esattamente come ogni anno sono stati davvero tanti gli appassionati della Rossa, e non, che hanno raggiunto l’impianto brianzolo per non farsi sfuggire una delle gare più emozionanti della stagione, sul Tempio della Velocità che proprio alla Ferrari ha regalato la bellezza di 18 vittorie in 87 edizioni. Ma il fine settimana monzese non è cominciato nel migliore dei modi per il Cavallino Rampante. In occasione della tribolata sessione di qualifiche che si è disputata ieri pomeriggio Raikkonen e Vettel non sono riusciti ad andare oltre alla settima e ottava posizione. I due alfieri della Rossa, che domani prenderanno il via dalla terza fila complice la doppia penalità dei piloti Red Bull, per provare a riportare la Ferrari sul gradino più alto del podio dovranno effettuare una partenza perfetta, senza sbavature, facendo un bel gioco di squadra andando a superare subito almeno i due giovanissimi Ocon e Stroll, rispettivamente in terza e seconda posizione.

Nonostante quello che si potrebbe comunemente pensare la Ferrari ha raccimolato poche soddisfazioni a Monza. Il primo pilota del Cavallino Rampante che è riuscito a salire sul gradino più alto del podio in occasione del Gran Premio d’Italia è stato Alberto Ascari, autore di una bella doppietta nel 1951 e nel 1952, quando però la gara si disputò ad Imola. La Rossa torna a vincere, questa volta all’Autodromo Nazionale di Monza, con Phil Hill a cavallo tra le stagioni del 1960 e del 1961, con John Surtees nel 1964, stesso anno in cui si laureò Campione del Mondo di Formula 1, e con e Ludovico Scarfiotti nel 1966.

In Brianza sale sul gradino più alto del podio anche Clay Regazzoni nel 1970 e nel 1975 mentre Jody Scheckter, vincitore nel 1979, chiude un decennio ricco di soddisfazioni per il Cavallino Rampante, prima di un digiuno durato addirittura la bellezza di nove stagioni e interrotto dal pilota austriaco Gerhard Berger nel 1988.

Sicuramente il periodo maggiormente trionfale per la Ferrari riguarda il decennio 1996-2006, ossia l’epopea di Michael Schumacher. Su dieci edizioni disputate sul tracciato immerso nel Parco di Monza, il pilota tedesco è stato capace di salire la bellezza di cinque volte sul gradino più alto del podio (1996, 1998, 2000, 2003, 2006). In particolar modo l’ultima vittoria del Kaiser viene ricordata per il vero e proprio passaggio di consegne avvenuto sul podio. Schumacher, prossimo all’annuncio del ritiro, sembra consegnare teoricamente la Ferrari nelle mani di Kimi Raikkonen (che ricordiamo nel 2007 ha corso per il team di Maranello) attraverso un abbraccio sincero del tedesco nei confronti del pilota allora Mclaren, sul podio in mondovisione.
A confermare la grande forza del Cavallino Rampante in quegli anni ci ha pensato Rubens Barrichello che proprio a Monza ha vinto nel 2002 e nel 2004.

L’ultima vittoria della Ferrari nel Gran Premio di casa risale al 2010 per mano di Fernando Alonso che, anche grazie a un’ottima strategia di gara e un pit stop velocissimo da parte dei suoi meccanici, in occasione dell’ultima sosta riuscì a scavalcare Button, secondo.

Quella a Monza è una vittoria che manca, e pesa alla Ferrari. Sono sei anni che un pilota del Cavallino Rampante non riesce a salire sul gradino più alto del podio e chissà se con condizioni meteo favorevoli, Vettel o Raikkonen possano iniziare a invertire la rotta in questa stagione regalando alla Rossa il successo numero 19.

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.