Formula 1 | Sebastian Vettel: “Gli avversari copiano la Ferrari!”

Secondo la prima guida della Ferrari, Sebastian Vettel, la monoposto del Cavallino è stata presa come spunto da tanti altri team durante la stagione finora disputata

Dopo anni di buio, finalmente la Scuderia Ferrari sta vedendo la luce: la SF70H Made in Maranello, infatti, si sta dimostrando sempre più una delle vetture più competitive degli ultimi anni, al punto che se la sta giocando praticamente alla pari con la velocissima Mercedes W08 EQ Power+.
I due costruttori, infatti, sono staccati in classifica di soli 39 punti, mentre Sebastian Vettel, con l’ultima vittoria nel GP d’Ungheria, ha incrementato il vantaggio sul rivale Hamilton, ora staccato di 14 lunghezze dal tedesco.

Un grande miglioramento, quindi, quello messo in campo dal Cavallino Rampante in questa stagione, che sicuramente non è passato inosservato: questa è l’idea della sua prima guida, un Sebastian Vettel che ha affermato, per l’appunto, che alcuni team avversari hanno tratto spunto dalla sua “Gina” con lo scopo di affinare le loro monoposto, probabilmente carenti sotto alcuni aspetti come l’agilità o la velocità massima.

Negli ultimi anni la Ferrari ha fatto molta fatica, sia in pista che in termini di sviluppo nella sede di Maranello – ha dichiarato Seb – Oggi, invece, la storia è cambiata e stiamo facendo continui progressi, al punto che diverse squadre stanno copiando alcune nostre tecnologie a loro favore. Il mio parere? Assolutamente positivo, perchè questo dimostra che stiamo lavorando bene”.

Per quanto ci riguarda, finora siamo stati competitivi su ogni pista dove abbiamo corso – ha continuato il tedesco della Ferrari – Il nostro obiettivo? Rimanere e possibilmente migliorare questo nostro livello fino alla fine della stagione. Abbiamo capito quello che serve alla nostra Rossa e ora abbiamo tempo ed energie per provare a fare il definitivo salto di qualità: la squadra e la macchina sono competitive e tutto sta andando nella direzione giusta. Sono convinto che potremo lottare fino alla fine”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi
Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di potermi sentire un pilota, anche solo per una volta nella vita. Perchè Ayrton Senna diceva: "Una persona che non ha più sogni non ha più alcuna ragione di vivere".

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.