Formula 1 | Renault offre l’ultima possibilità a Palmer… solo se arriveranno i risultati

La Renault ha sottolineato che è aperta alla riconferma di Palmer anche per l’anno prossimo. L’unica condizione? Che l’inglese cominci a dare una svolta alla sua stagione

La stagione attuale di Jolyon Palmer non ha centrato esattamente le aspettative invernali: finora l’inglese della Renault ha accumulato solamente diversi piazzamenti al di fuori della top ten, senza portare a casa nemmeno un punto e rimanendo vittima anche di alcuni inconvenienti tecnici che hanno minato la competitività della sua RS17.

Non è sicuramente una bella situazione quella del giovane Palmer, ancora più in tensione anche per il fatto che il suo contratto con il team francese scadrà a fine anno e che la stessa Renault stia valutando seriamente il ritorno di Robert Kubica in Formula 1, dopo che nel recente test sull’Hungaroring il polacco ha dimostrato che non ha alcun problema nel guidare una moderna monoposto turbo-ibrida.

Di fronte a tutto ciò, il managing director del reparto corse transalpino, Cyril Abiteboul, ha però affermato che a Palmer potrebbe venire data un’ultima possibilità per riscattarsi da un inizio stagione non proprio positivo. E non è tutto, perchè il britannico potrebbe anche venire riconfermato per il prossimo anno… a patto che cominci a portare a casa qualche risultato importante come ha fatto nel 2016.

Vi dico la verità: se Jolyon riuscirà a ribaltare la situazione come ha fatto l’anno scorso, la Renault è intenzionata a rinnovargli il contratto per il 2018 – ha dichiarato Abiteboul – Vorremo mantenere la stabilità attuale assieme a Hulkenberg, tuttavia ora la palla è nelle mani di Palmer: sta a lui fare del suo meglio per convincere la squadra a dargli ancora fiducia”.

Jolyon ha fatto vedere delle ottime prestazioni in passato, sia durante i test invernali che durante alcune sessioni di prove libere – ha continuato il managing director della Renault – È sicuramente capace di tirare fuori il massimo dalla nostra RS17, tuttavia fino a questo momento del Campionato è incappato in alcuni errori di troppo e non è stato fortunato sul fronte dell’affidabilità”.

Tutto ciò gli ha fatto perdere fiducia in se stesso, è come se non fosse più capace di reagire alle difficoltà di un weekend di gara: questa situazione si sta trasformando in una spirale negativa, ma il team sta tentando di rassicurarlo in ogni modo. Speriamo che riesca a trovare la forza per far tornare il pilota che c’è in lui”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.