Formula 1 | Max Verstappen: “Il mio futuro in Red Bull? Dipende dalla mia competitività della vettura”

A pochi giorni dal ritorno in pista, per il Gp Belgio, Max Verstappen ha parlato della Red Bull e del suo futuro con la scuderia Austriaca

Max Verstappen, pilota olandese della Red Bull sta vivendo una stagione finora non felicissima, costellata per lo più da incidenti e problemi di affidabilità avuti sulla sua vettura. A riguardo di questa situazione, Chris Horner di recente ha dichiarato che Max potrebbe guardarsi intorno ed eventualmente non farsi sfuggire l’occasione di guidare vetture attualmente più competitive, come Mercedes e Ferrari.

Il contratto di Max con la Red Bull scade a fine 2019, ma non sappiamo se ci sono eventuali clausole che potrebbero permettergli di rompere con la Scuderia Austriaca in anticipo.

Lo scorso fine settimana, Max Verstappen era ospite nei paddock del circuito di Zandvoort in occasione della gara di DTM, ha dichiarato che la sua permanenza a lungo termine dipenderà dalle prestazioni e competitività della vettura che la Red Bull gli darà, facendo così capire il suo malcontento per questa stagione e per questa inaspettata e non felicissima situazione in cui è incappato dalla prima gara.

“Ho sempre detto che non ci sarebbe motivo di partire se dovessi avere una vettura competitiva. Certo, al momento non siamo dove vorrei essere, ma questo non significa che dobbiamo arrenderci subito. Ma dopo due o tre anni senza migliorare, sarebbe una storia diversa. Stiamo lavorando duramente per migliorare ma dopo l’anno prossimo vedremo cosa succederà in futuro”, ha così commentato a tal riguardo Max Verstappen.

Il figlio dell’ex pilota di Formula 1 Jos Verstappen sa che la Renault non ha aiutato la Red Bull, la quale paga un gap di appena tre decimi nei confronti di Ferrari e Mercedes, perciò sarà difficile affrontare a livello di competitività piste del calibro di Spa e Monza, ovvero piste veloci e dotate di rettilinei, e dove è fondamentale un’ottima potenza ed affidabilità del motore.

Ogni weekend di gara è un po’ diverso e questo mi sorprende onestamente. Sulle piste che non hanno troppi rettilinei, siamo ragionevolmente vicini, circa tre decimi più o meno. Quando ci sono più rettilinei siamo più lontani, quindi non so cosa aspettarmi dalle prossime gare”, ha così spiegato Max alla vigilia del weekend del Gp Belgio, che si correrà domenica prossima.

“Per quanto riguarda la battaglia tra Mercedes e Ferrari, cambia ogni fine settimana. Mi aspetto che Mercedes sia molto forte a Spa, perché in generale la sua power unit è ancora la migliore in circolazione”.

Verstappen Jr. tornando alla sua squadra, spiega che la chiave per migliorare, sarà legata alla capacità della Red Bull di migliorare il telaio, mentre da parte della Renault non dovrebbe portare nessun aggiornamento.

“Certamente continuiamo a sviluppare, ma lo fa ogni squadra. Quindi dobbiamo assicurarci di farlo più velocemente e, naturalmente meglio”, ha così commentato a riguardo.

In conclusione: “Sul lato del motore non c’è molto da fare rispetto alle altre squadre, quindi dobbiamo assicurarci che la nostra vettura stia andando nella direzione giusta”.

Scritto da: Giorgia Meneghetti

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, 30 anni, residente a Fermo nelle Marche. Appassionata di cavalli, e di Formula 1 fin dal 1998 quando correva il mitico nonché mio idolo Michael Schumacher con la Ferrari, di cui sono tifosa sfegatata. Un’altra mia passione si chiama Fernando Alonso, un pilota che apprezzo molto, che sogno di poter incontrare un giorno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.