Formula 1 | ESCLUSIVO Mario di Natale: “Leclerc merita la Ferrari. Alonso? Tornerà a vincere”

Alla conferenza stampa dell’evento Pit Stop alla Solidarietà abbiamo intervistato Mario di Natale, presidente della Nazionale Piloti che scenderà in campo il 30 agosto a Monza

Abbiamo avuto il piacere di incontrare e parlare con Mario Di Natale, storico presidente della Nazionale Piloti, che giocherà contro gli Scuderia Ferrari Club e l’Assolombardia il 30 agosto allo Stadio Brianteo di Monza. La formazione che schiererà di Natale non è ancora nota, ma noi ci siamo concentrati su ciò che il presidente augura ai talenti delle quattro ruote che unisce la sua squadra. Speranze e promesse per il futuro: da un sentito augurio di successo a giovani come Mick Schumacher e Leclerc alla speranza che Vettel si consacri campione con la Ferrari e che Alonso torni in alto.

Uno dei piloti più talentuosi nella squadra è sicuramente Charles Leclerc. Cosa augura a questo giovane? 

E’ un bravissimo ragazzo. Personalmente gli auguro tantissima fortuna perché oltre a essere un grande pilota è un ragazzo meraviglioso ed è sufficiente questa parola a descriverlo. Ha vinto tutto e per questo gli auguro la Ferrari, assolutamente. Kimi dopo la gara di domenica verrà confermato, ma il mercato piloti 2018 sarà più interessante e si potrebbero aprire scenari favorevoli a Leclerc. 

Raikkonen molto probabilmente verrà riconfermato a Monza insieme al compagno di squadra Vettel. Come vede Seb quest’anno?

Sebastian è un pilota straordinario, per me un amico fantastico. Lui sa unire l’utile al dilettevole nel senso che fa il pilota ma sta insieme alla famiglia Ferrari. Per quanto riguarda la Nazionale Piloti lui ama giocare con noi ed è entusiasta di questa nostra operazione che dura da anni. Si è avvicinato a noi grazie al mitico Michael Schumacher, che ha tenuto alta la nostra bandiera per oltre 15 anni, continuerà ancora con noi e speriamo tutti che vinca il Mondiale quest’anno. 

Abbiamo menzionato Schumacher, al quale pensiamo sempre e rivediamo sempre negli occhi di Mick.

Sì, tra l’altro ho visto Mick un mese fa in Germania in occasione di una partita in cui ha partecipato. L’evento si chiamava Mick & Friends ed è stato un bellissimo incontro allo stadio del Mainz. E’ un bravo ragazzo anche lui, somiglia molto al papà ed è molto riservato, sfugge spesso ai media altrimenti viene massacrato. Va forte in pista e speriamo emerga presto. Massimo Rivola lo accoglierebbe in Ferrari con un tappeto rosso e sono sicuro che accadrà in futuro. 

Per quanto riguarda i talenti intramontabili parliamo di un uomo che ha appena compiuto 36 anni: Fernando Alonso. Cosa vede nel futuro di questo grande pilota?

Fernando è un ragazzo fantastico perché è genuino, un grande pilota ed è anche molto bravo a giocare a calcio. Purtroppo è stato sfortunato come Michael quando è andato in Mercedes. La McLaren attualmente non va, però nonostante tutto questo in Ungheria ha fatto una gara strepitosa, un 6° posto tutto suo. E viene criticato perché dice sempre la verità. La verità va detta ed è per questo che gli voglio un gran bene. Sicuramente un giorno tornerà a vincere, F1 o Indy che sia, lui è il più forte e con la macchina giusta batte tutti. 

 

Scritto da: Beatrice Zamuner

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 19 anni e ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre. Ora studio lingue all’università Ca’ Foscari e faccio parte di f1world da 3 anni. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.