Formula 1 | Lando Norris: la giovane star della McLaren stupisce tutti in Ungheria

Autore del secondo tempo nella due giorni di test ungherese, Lando Norris si presenta come il giovane fenomeno che potrebbe far rinascere la McLaren

Cosa ricorderemo dei test sull’Hungaroring appena conclusi? Certamente la splendida prestazione delle Ferrari, sia al volante del 19enne Charles Leclerc che dei due titolari Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Di sicuro il ritorno di Robert Kubica sulla Renault… ma anche il sorprendente exploit di una giovane star entrata di recente nel Circus iridato.

Stiamo parlando di Lando Norris, 17enne britannico che da un anno è entrato a far parte del programma “giovani piloti” della McLaren e che in Ungheria ha stupito praticamente tutti.
Impressionante il suo crono al termine della seconda giornata di prove, un 1’17”385 a soli 271 millesimi dal miglior tempo di Vettel… ma soprattutto più rapido di oltre un decimo e mezzo rispetto al fastest lap fatto segnare sabato scorso da Fernando Alonso nella Q3 del GP d’Ungheria.

Una prestazione sensazionale per essere la seconda volta in assoluto che prova una Formula 1: la sua “prima” è avvenuta qualche tempo fa in Portogallo, al volante della McLaren MP4-26 del 2011 utilizzata proprio in preparazione per questi test. Il giudizio nei confronti della sua performance? C’è da dire che il suo miglior tempo l’ha firmato con le Ultrasoft, una mescola che non è stata portata nello scorso GP d’Ungheria… Ma a parte questo ha stupito anche la sua costanza di rendimento nel corso dei 91 giri che è riuscito a inanellare sul tracciato magiaro: una cosa è certa, dopo questi test Norris potrebbe diventare presto la vera star del futuro del Circus iridato.

Parola di Eric Boullier, direttore sportivo del team di Woking: “Lando ci ha impressionato per la sua maturità, professionalità e velocità in pista. Inoltre ha familiarizzato molto velocemente con la nostra MCL32, passando agli ingegneri informazioni sempre molto precise”.
Il programma di lavoro che Norris ha portato a termine prevedeva il raccoglimento di una serie di dati aerodinamici, aggiustamenti al set-up, alcuni long run con elevato carico di benzina a bordo e qualche prova di giro lanciato.

È stata un’ottima giornata di test – ha ammesso Lando – Sono stato capace di superare tutte le prove che la squadra mi ha sottoposto: nei primi run ho avuto qualche difficoltà nell’adattarmi alla macchina, ma poi la mia confidenza è aumentata sempre di più. Credo di aver fatto un buon lavoro: mi è piaciuta molto questa esperienza, e spero tanto che sia solo la prima di una lunga serie!”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi
Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.