Formula 1 | GP Belgio 2017, Lewis Hamilton: “Sebastian Vettel non mi vorrebbe come compagno di squadra!”

Lewis Hamilton spiega i motivi per cui secondo lui, Sebastian Vettel non lo vorrebbe come compagno di squadra, spiegando anche che la stessa Mercedes non vorrebbe stravolgere il tutto, grazie al soave equilibrio raggiunto

Lewis Hamilton e Sebastian Vettel sono i due protagonisti nella lotta per il titolo iridato e sarebbe bello vederli all’interno della stessa squadra, ma come ha sottolineato Lewis Hamilton, Sebastian Vettel non lo vorrebbe come compagno di squadra. Kimi Raikkonen ha ufficialmente rinnovato con la Ferrari per il 2018, ma l’annuncio del rinnovo del pilota tedesco è ancora in attesa. Tutto ciò fa capire che, tra qualche settimana Sebastian Vettel dovrebbe prolungare il suo contratto con la Ferrari.

In ogni caso Lewis Hamilton crede che Sebastian Vettel non sarebbe mai andato alla Mercedes, diventando così il suo compagno di squadra, infatti ha affermato: “Penso che sia altamente improbabile che venga qui in Mercedes. Non credo che voglia essere il mio compagno di squadra. Sono sempre disposto ad avere chiunque come compagno di squadra, e si sa che competere contro i migliori piloti è sempre una cosa stimolante”.

Quando è stato chiesto il motivo per cui ha pensato che Sebastian Vettel non vorrebbe competere con lui nella stessa scuderia, avendo così armi pari, Lewis Hamilton ha lasciato intendere che il pilota tedesco ha un trattamento differente rispetto a Kimi Raikkonen all’interno della scuderia, ed una cosa del genere non si potrebbe verificare se andasse alla Mercedes, perché qui non godrebbe dello status di prima guida che invece ha nella Ferrari. Inoltre in casa Mercedes non si ha voglia di stravolgere tutto, visto che regna l’armonia all’interno del team.

Infatti sono finiti da un pezzo i giorni di tensione in cui Nico Rosberg e Lewis Hamilton si scontravano a suon di battaglie per il titolo iridato. L’aria che si respira a Brackley è molto più tranquilla e soave in questa stagione, con Valtteri Bottas come compagno di squadra, ed il tre volte Campione del Mondo crede che proprio per questo non ci siano molte ragioni per far si che ci sia un cambiamento netto, all’interno della squadra nel prossimo futuro.

Infatti a riguardo ha affermato: “Penso che la squadra è in una posizione davvero buona e l’ultima corsa è davvero uno dei migliori esempi, per dimostrare quanto la squadra attualmente sia davvero grande. In questa stagione non ho cambiato una sola cosa in ciò che faccio di solito ed il rapporto con Valtteri Bottas, che è il nuovo elemento nel team, funziona bene, perciò credo che nessuno dei dirigenti o qualsiasi altra persona all’interno del team è infelice dell’equilibrio raggiunto, per questo credo che non ci sia alcun motivo per effettuare un cambiamento”.

Scritto da: Sabrina Aceto

Sabrina Aceto
Mi chiamo Sabrina ho 25 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.