Formula 1 | GP Belgio 2017, Fernando Alonso: “Speriamo di ottenere buoni risultati al più presto!”

Un inizio incoraggiante grazie ad un’ottima partenza, ma poi il solito incubo a causa del motore Honda, costringe al ritiro Fernando Alonso. Delusione e frustrazione caratterizzano una gara, in cui lo spagnolo come sempre ha dato il massimo. Per quanto ancora si può andare avanti così?

Giornata da dimenticare per la McLaren e specialmente per Fernando Alonso a Spa – Francorchamps, perché nonostante l’ottima partenza con cui ha recuperato ben tre posizioni, il pilota spagnolo durante il 27esimo giro è stato costretto al ritiro per mancanza di potenza alla power unit. Ma già prima del ritiro, dopo i primi giri, la gara si è presentata frustrante e complicata per lo spagnolo, che con vari team radio ha mostrato tutto il suo disappunto, per una situazione che ormai pesa e penalizza parecchio. Un motore che limita e non poco le sue capacità e quella della vettura stessa, non si può più andare avanti in questo modo.

Come abbiamo già detto, dopo i primi tre o quattro giri, la gara non è stata affatto semplice, infatti Fernando Alonso a riguardo, ha dichiarato: “Nel complesso è stato un buon fine settimana. Abbiamo effettuato un buon lavoro di squadra in qualifica, abbiamo avuto un grande inizio, andare all’esterno in partenza è stata la decisione più giusta e sono stato settimo dopo il primo giro. E’ stato divertente durante i primi tre o quattro giri! Poi abbiamo cercato di difendere la nostra posizione, ma nel mezzo del rettilineo, alcune vetture hanno potuto attivare il DRS”.

“Non è facile competere così, questo è sicuro, perché non si può avere una battaglia ruota a ruota. E’ stato un pomeriggio difficile, e non eravamo competitivi. La monoposto era troppo lenta nel rettilineo ed è stato impossibile avere una battaglia là fuori, quindi la zona punti era impossibile oggi. Purtroppo mi sono dovuto ritirare a causa di un problema al motore. La situazione è quella che è, abbiamo bisogno di migliorare il più presto possibile. So che la squadra sta lavorando giorno e notte per migliorare la vettura, perciò speriamo di vedere i risultati al più presto”, ha così concluso il due volte Campione del Mondo.

Scritto da: Sabrina Aceto

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 25 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l’aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.