Formula 1 | GP Gran Bretagna 2017, Raikkonen: “Ci mancava velocità rispetto alla Mercedes”

Uno sfortunato Kimi Raikkonen ammette che tra Ferrari e Mercedes il distacco era importante al GP Gran Bretagna, poiché la SF70-H non è adatta alle caratteristiche di Silverstone

Un terzo posto amaro per Kimi Raikkonen, che nelle fasi conclusive del GP Gran Bretagna è stato colto di sorpresa da una foratura. Questo inconveniente lo ha costretto ad andare ai box, perdendo così la seconda posizione per cui aveva lottato tutta la gara.

Una qualifica positiva, 2°, nella giornata di ieri faceva ben sperare, così come oggi alla partenza. Il pilota Ferrari ha infatti mantenuto la posizione e, nonostante non sia riuscito a insidiare Hamilton che da subito ha allungato, ha fatto meglio del compagno di squadra Vettel, con il quale ha tuttavia condiviso la sfortuna di oggi.

“La mia gara stava andando bene fino a qualche giro dalla fine, quando improvvisamente ho avuto un problema; la gomma anteriore sinistra ha ceduto senza preavviso; l’aria è rimasta all’interno ma la parte esterna si è staccata. Sono deluso, perché il secondo posto era a portata di mano e oggi meritavamo un risultato migliore. Avevamo cambiato alcune cose che sembravano migliorare il feeling con la macchina. E quando è così, sei a tuo agio e puoi spingere. Spero che vada così nelle prossime gare.” ha dichiarato il campione del mondo 2007.

Nonostante la delusione, Raikkonen con assoluta franchezza ha ammesso il distacco in termini di performance tra Mercedes e Ferrari, sostenendo però che fosse particolarmente amplificato dall’incompatibilità tra la pista di Silverstone e la SF70-H. Il finlandese si augura infatti che all’Hungaroring possa andare meglio: “Oggi però ci mancava velocità rispetto ai nostri avversari. Abbiamo fatto del nostro meglio, ma abbiamo ancora del lavoro da fare per raggiungere la Mercedes in questo tipo di piste. Questo è senza dubbio un circuito che poco si adatta alla nostra vettura. Sono curioso di vedere come andrà la prossima gara. Penso che il circuito ungherese si adatti meglio alla nostra macchina.”

Scritto da: Beatrice Zamuner

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 19 anni e ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre. Ora studio lingue all’università Ca’ Foscari e faccio parte di f1world da 3 anni. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.