Formula 1 | Jacques Villeneuve: “Il podio di Stroll a Baku? Non cancella un inizio stagione patetico”

Villeneuve riconosce l’ottima gara di Stroll a Baku, ma non dimentica le prestazioni incolori del rookie ad inizio stagione

Non è bastato il clamoroso podio di Lance Stroll a Baku, che è uno dei circuiti più ostici del Mondiale, per far cambiare opinione sulla stagione d’esordio del canadese a Jacques Villeneuve. L’ex campione, attualmente opinionista per la TV italiana e francese, si mantiene severo sul giovanissimo connazionale, approdato in Formula 1 tra lo scetticismo generale e affossato dalle critiche nei primi GP, dove ha collezionato diversi ritiri.

Ma tra le curve di Baku la musica è cambiata. In una delle gare più caotiche degli ultimi anni, su un circuito che facilmente induce all’errore, tra piloti che sbagliavano o facevano a ruotate, Stroll ha colto un podio inaspettato, il primo della Williams nel 2017. Sarà bastato per far cambiare idea al severo Villeneuve? Solo in parte.

“L’inizio di stagione di Stroll è stato patetico, e questo non si cancella. Il podio di Baku non ci fa certo dimenticare le sue prestazioni di inizio anno” ha esordito Villeneuve, che poi ha però riconosciuto la crescita del giovane pilota Williams.

“I punti di Montreal l’hanno aiutato. Quella gara gli ha dato fiducia e abbiamo visto gli effetti a Baku. Stroll non era veloce in Canada, il punto è che in molti hanno sbagliato mentre lui no, quindi ha potuto terminare in zona punti. A Baku è stato diverso, perché oltre a non aver commesso errori è stato anche veloce, certo. Su questo non ho niente da ridire. Ma non dimentichiamo l’inizio di stagione. Prendeva un secondo da Massa e non si poteva certo lodarlo”.

“Dobbiamo anche dire che Lance può effettuare i test tra una gara e l’altra ha poi detto Villeneuve, alludendo al test sostenuto da Stroll prima del GP dell’Azerbaijan, quando ha provato la Williams del 2014 ad Austin.

Nessun retrofront da parte di Villeneuve, in ogni caso, su quanto detto a inizio anno: “Dobbiamo sempre dire le cose come stanno. L’anno scorso, quando bisognava criticare Verstappen, l’ho fatto. Ho fatto lo stesso con Stroll e non me ne pento: ad inizio anno non era all’altezza, a Baku lo è stato”.

Scritto da: Luca De Franceschi

Luca De Franceschi
Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.