Formula 1 | GP Ungheria 2017, Lewis Hamilton: “Ferrari velocissima, lotterò per il podio”

L’inglese ha vissuto una qualifica travagliata, condizionata da un errore nel Q3 che gli ha precluso uno dei due giri lanciati a disposizione

L’exploit del Q2, con il primo tempo strappato in extremis a Sebastian Vettel, aveva illuso. Lewis Hamilton è sprofondato di nuovo nel vortice di problemi nella sessione successiva, quella decisiva, dove è riuscito a mettere insieme un unico giro lanciato, che gli è valso un misero quarto posto sulla griglia di partenza. Niente 68esima pole, dunque, per il pilota inglese, a cui manca una sola partenza al palo per eguagliare il record di Michael Schumacher.

Ancora prima di iniziare l’ultimo tentativo, Hamilton ha lamentato vibrazioni sulle gomme, che lo hanno condizionato nel suo unico tentativo. “Oggi le Ferrari erano superiori e questo non si discute – ha commentato Hamilton – ma i meccanici devono stare più attenti perché le gomme devono essere perfette prima di partire per un giro lanciato. Oggi non lo erano e questo mi ha deconcentrato: certo, una cosa del genere non ti condiziona più tanto sul giro secco, ma di sicuro ti dà delle preoccupazioni”.

Sembra un weekend all’insegna della sofferenza quello di Hamilton, che per domani esclude sogni di gloria: Lotterò per andare sul podio, ma di sicuro le Ferrari qui hanno un passo velocissimo. Superare su questo tracciato è praticamente impossibile, dunque vedremo se si può fare qualcosa a livello di strategia”.

Toto Wolff è apparso invece meno allarmista, riconoscendo che il quarto tempo di Hamilton è più che altro frutto del suo errore nel primo tentativo in Q3: Hamilton ha perso la possibilità di giocarsi la pole con l’errore nel primo giro lanciato. Il gap con la Ferrari non mi sembra così enorme e poi siamo migliorati molto rispetto alle prove libere. Per domani sarà importante la partenza, perché come strategia non credo ci si possa inventare molto”.

La Mercedes scatterà domani con la stessa mescola della Ferrari, le Supersoft.

Scritto da: Luca De Franceschi

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d’anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l’era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.