formula1-2017-gp-ungheria-pagelle

Formula 1 | GP Ungheria 2017, le pagelle

Ferrari perfetta nella strategia e nella interpretazione della gara nonostante i problemi allo sterzo di Vettel. Raikkonen si dimostra vero uomo squadra scortando il compagno fino al traguardo, pur avendone di più. Hamilton appannato, restituisce la posizione a Bottas in prossimità del traguardo accettando il gioco di squadra,le pagelle della redazione.

Ferrari perfetta nella strategia e nella interpretazione della gara nonostante i problemi allo sterzo di Vettel. Raikkonen si dimostra vero uomo squadra scortando il compagno fino al traguardo, pur avendone di più. Hamilton appannato, restituisce la posizione a Bottas in prossimità del traguardo accettando il gioco di squadra,le pagelle della redazione.

Kimi Raikkonen 10: Aveva la macchina per vincere. Si è guadagnato il rinnovo del contratto insieme a una bellissima figura. In forma come raramente accade di rivederlo. Oggi uno scudiero impeccabile come dovrebbe esserlo sempre,speriamo sia ancora così al ritorno dalle vacanze.

Paul Di Resta 10: Da commentatore TV alla F1 che non guidava dal 2013. Il voto non può che essere da 10, a solo un decimo in qualifica dalla prestazione di Stroll ed in gara si è difeso come ha potuto fino alla decisione del ritiro da parte del team.

Sebastian Vettel 9,5: Ha guidato con cura e in condizioni non proprio ottimali. Ha vinto, ha riallungato, ha sfruttato l’occasione ungherese al meglio. Concentrato e competitivo sempre, fenomenale nel portare a casa una vittoria sudatissima  ma deve molto a Kimi, più di una cena.

Fernando Alonso 9: Sempre più showman del circus, oramai pare abbia trovato il suo ruolo durante i weekend,In pista fa quello che può con quella macchina(un telaio veramente ottimo in casa McLaren). Primo degli altri, ma ovvio non gli può bastare e a 36 anni capire il da farsi non è facile.

Carlos Sainz 8,5: Reazione d’orgoglio, stavolta non viene ostacolato dal compagno di squadra, tira fuori una super partenza e che gara in un momento difficile per Toro Rosso. A Spa potrebbe prendere il posto di Palmer in Renault, a mio avviso merita un sedile più competitivo.

Valtteri Bottas 8: Anche se la Mercedes non va come dovrebbe lui c’è sempre, a differenza del compagno Hollywood, è in “lotta” per il mondiale secondo l’aritmetica ma non secondo il muretto a quanto pare; merita la riconferma già dal GP di Russia.

Lewis Hamilton 7: Ha forzato, ha sgobbato, ha patito. E ha restituito la posizione a Bottas nel finale. Il gesto pare un eroismo persino fuori luogo, anche se non tutti avrebbero avuto il coraggio di farlo, e se perdesse il mondiale per questi tre punti da gentleman?

Kevin Magnussen 6,5: Uno spiraglio di vitalità c’è ancora nel danese, che esagera un po’ nelle dichiarazioni post gara nei confronti di Nico Hulkenberg.

Pascal Wehrlein 6: Batte il compagno di squadra ancora una volta, ma sarà lui a dover lasciare la Sauber. La meritocrazia non sempre paga purtroppo.

Stoffel Vandoorne 6: Un po’ di luce dopo i problemi di adattamento alla compagnia dell’ingombrante Alonso. Peccato l’errore al pit-stop, è arrivato un po’ troppo lungo…conquista punti però.

Max Verstappen 5: Ancora una volta troppo eccesso di foga, stavolta ci rimette le penne il suo compagno di squadra, ma riceve una bella tirata d’orecchie dalla direzione gara con la penalità di 10 secondi; il ragazzo sta maturando con i suoi errori, o almeno si spera.

Lance Stroll 4: Mai in gara, mai sul tracciato addirittura rischia la beffa in qualifica da un collega che non toccava un volante da ben quattro anni, speriamo che la vacanza gli faccia bene.

Daniel Ricciardo sv: Sin dal venerdì sperava di veder volare la sua macchina in prima posizione, purtroppo è volata sulla gru, impatto sfortunato ma non perde mai il sorriso.

Ferrari 10: Per la lode c’è tempo ma il lavoro fatto venerdì notte da Maranello in remoto è stato sensazionale, questa doppietta è tutto merito del duro lavoro svolto in notturna,complimenti veramente.

Scritto da: Federico Crisetti

Federico Crisetti
Mi chiamo Federico Crisetti ho 24 anni, sono laureato in Informatica attualmente studente Magistrale all’Università Statale di Milano. Appassionato di sport , soprattutto di F1, seguo questo sport H24, non perdo un singolo istante di ogni weekend o evento F1, come per tutte le mie passioni dedico tutto me stesso.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.