Formula 1 | GP Gran Bretagna 2017: nessuna penalità per Hamilton, pole confermata

Posto sotto investigazione dalla FIA per aver ostacolato Grosjean in Q3, alla fine Hamilton l’ha fatta franca scampando una penalità che sembrava certa

Nell’ultimo turno di qualifica sul circuito di Silverstone Lewis Hamilton ha commesso un azzardo che gli avrebbe potuto costare molto caro: mentre stava cercando di riscaldare le gomme della sua Mercedes, il britannico di Stevenage ha bloccato (senza volerlo) un Romain Grosjean che stava effettuando il suo giro lanciato.

Una manovra che è stata posta subito sotto investigazione da parte della FIA e che ha messo in forse la sua 67esima pole position, la quinta sul tracciato inglese come lo storico Jim Clark.
Alla fine, però, i giudici della Federazione hanno emesso il loro verdetto: nessuna penalità nei confronti del tre volte Campione del Mondo.

Dopo aver esaminato entrambe le telemetrie fornite dai rispettivi reparti corse, la FIA ha infatti affermato che la presenza di Hamilton nei pressi della curva 16 avrebbe potuto influenzare la prestazione del francese della HAAS, ma il suo rallentamento, in ultimo, non ha sortito questo effetto.

Una decisione strana che ha dato ragione alla versione di Hammer, il quale ha sì ammesso di essere rimasto in quel frangente in mezzo alla pista, ma di non aver voluto bloccare intenzionalmente il suo collega transalpino.
Mi sono accorto che Romain stava arrivando e io, per evitare problemi, ho accelerato togliendomi di mezzo – ha sostenuto Lewis – Non volevo bloccarlo ma la mia squadra non mi ha avvertito in tempo del suo arrivo. Mi spiace per Grosjean, andrò a parlare con lui per chiarire la situazione”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.