Formula 1 | GP Gran Bretagna 2017, Daniel Ricciardo: “Il rivale da battere qui è la Ferrari!”

Daniel Ricciardo vuole ottenere il sesto podio consecutivo, ma è consapevole del fatto che non sarà facile, in quanto la Mercedes è di un altro livello e la Ferrari non gli renderà le cose facili

Daniel Ricciardo ha ottenuto la sesta posizione durante la seconda sessione di prove libere sul tracciato di Silverstone, un risultato non al top, ma ottenuto a causa della sua Red Bull, che gli ha creato un po’ di problemi per la mancanza di grip, avuta specialmente in alcuni punti del tracciato. A riguardo infatti il pilota australiano ha dichiarato: “Purtroppo sia nelle curve lente che in quelle veloci, non ho trovato grip, perciò si fatica parecchio qui con la nostra vettura, quindi diventa tutto più difficile. Ma non sono molto preoccupato, perché abbiamo in mente varie idee per migliorarci. Tali idee le applicheremo questa sera, per essere assolutamente pronti per domani”.

Daniel Ricciardo vorrebbe ottenere il sesto podio di fila, un risultato strabiliante per la sua carriera, in cui c’è anche l’inaspettata ma avvincente vittoria del Gran Premio di Baku in Azerbaijan. Tutto ciò però, specialmente dopo la seconda sessione di prove libere sembra difficile, perché a causa della mancanza di grip, la Red Bull è apparsa decisamente sottotono e non capace di stare davanti alla Ferrari, come invece era accaduto nella prima sessione di prove libere. Infatti a riguardo l’australiano ha affermato: “Non ho trovato la mia Red Bull all’altezza oggi, rispetto a quella che ho avuto l’onore di guidare in Austria, ma faremo di tutto per avvicinarci alla Ferrari”.

Il rivale da battere per la Red Bull in questo Gran Premio, sarà proprio la Ferrari, perché la Mercedes qui a Silverstone sembra un alieno, infatti lo stesso Daniel Ricciardo l’ha definita di un altro pianeta ed ha affermato: “Qui la Mercedes è veramente forte, l’ha dimostrato oggi e sicuramente lo sarà per tutto il weekend e specialmente in gara, daranno il tutto per tutto. Loro purtroppo non sono alla nostra portata, perché saranno troppo forti qui. Noi siamo vicini alla Ferrari e dobbiamo avvicinarci sempre di più per batterli”.

Scritto da: Sabrina Aceto

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 25 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l’aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.