Dichiarazioni dei PilotiFormula 1 2017Gran Premio AustriaKimi RaikkonenScuderia Ferrari

Formula 1 | GP Austria 2017, Kimi Raikkonen: “Speriamo che tutto vada per il meglio”

Sul Red Bull Ring Kimi Raikkonen è arrivato particolarmente fiducioso di poter riscattare il pessimo round di Baku, con la speranza che tutto vada per il verso giusto

Dopo il mesto ritiro accaduto in quel di Baku, preceduto dal contatto iniziale con Valtteri Bottas e con il tentativo (poi sanzionato) di tornare in pista in regime di fast-lane, Kimi Raikkonen è arrivato in Austria con tutta l’intenzione di volersi prendere la rivincita.
Tra le domande poste ai giornalisti, Iceman però non ha detto una parola su quanto è accaduto tra Vettel e Hamilton, affermando che il loro caso non ha niente a che fare con lui.

A Baku è stato un peccato essere costretto al ritiro – ha affermato Raikkonen – In gara avevo un buon ritmo che, tuttavia, è stato condizionato da quanto accaduto con Bottas subito dopo lo start. Adesso sta per iniziare un altro weekend di gara: spero che tutto vada per il meglio e che non venga coinvolto in altri problemi”.

Finora il layout dei circuiti ha condizionato le nostre prestazioni – ha continuato Kimi – A Baku c’è stato un grande margine tra la nostra Ferrari e le Mercedes perchè tutto era legato alla gestione delle gomme. Qui in Austria sarà tutto diverso. Per quanto riguarda, invece, il mio scontro con Bottas, i media hanno ingigantito tutta la faccenda: sono rimasto sorpreso dalla sua azione, ho lasciato lo spazio per la sua monoposto ma non è bastato. Io sono stato parecchio penalizzato: spero che questa sia stata l’ultima volta…”.

Tags
Prosegui la lettura

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Vedi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *