Formula 1 | McLaren: aggiornamenti al motore Honda in vista del GP di Baku

Per cercare di combattere i malumori della McLaren, e le ultime voci di un addio di Alonso, Honda lotta contro il tempo per preparare una PU aggiornata per la gara di Baku

Formula 1 | McLaren: aggiornamenti al motore Honda in vista del GP di Baku

La collaborazione tra McLaren e Honda è arrivata ai titoli di coda e i malumori che si respirano in quel di Woking non lasciano scampo. Anche se per il momento non è giunta alcuna comunicazione ufficiale sembra certo che la scuderia inglese e il motorista nipponico a fine anno si diranno addio. Non si parla di un divorzio consensuale, semmai unilaterale, visto che è stato fortemente voluto proprio dalla McLaren. Inevitabile.
Dopo il ritiro di Alonso in Canada, quando mancavano pochi giri al termine della corsa, e le successive voci di un quanto sempre più probabile addio del pilota spagnolo a fine stagione, hanno ulteriormente messo tensione tra McLaren e Honda in una partnership tecnica già critica.

Ora, quando ci troviamo letteralmente catapultati nella settimana del Gran Premio di Azerbaijan la Honda tenta l’impossibile, corre contro il tempo per permettere alla McLaren di correre a Baku con alcune novità alla power unit: “Porteremo delle modifiche a livello di motore in previsione della gara di questo fine settimana riguardanti la combustione – ha raccontato Yusuke Hasegawa in una recente intervista rilasciata a un sito web giapponese – Attualmente non sappiamo ancora se porteremo l’intero pacchetto oppure una piccola specifica intermedia“.

La Honda ha lavorato duramente in questi mesi su questa terza specifica, che avrebbe dovuto fare il suo debutto in Canada, in particolar modo per migliorare la mancanza di potenza della power unit, stimata attorno ai 90 cavalli rispetto alla concorrenza: “La situazione è molto più complessa di quello che si potrebbe immaginare – ha continuato – Noi stiamo facendo il massimo per provare a uscire da questa situazione ma se miglioriamo il motore a combustione la temperatura dei gas di scarico diminuisce essendo più efficiente. Questo causa una riduzione del recupero di energia attraverso il turbo e MGU-H, rendendo necessaria una modifica anche di queste ultime specifiche”, ha concluso.

Autore

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *