Formula 1 | GP Canada 2017, Sebastian Vettel: “Sono concentrato sulle singole gare”

Nelle interviste che precedono il weekend di gara, Sebastian Vettel ha affermato che il suo obiettivo è quello di concentrarsi gara per gara piuttosto che in ottica Campionato

Con quella strepitosa vittoria sul circuito di Montecarlo, Sebastian Vettel arriva sulla pista di Montreal con ben 25 punti di vantaggio sul diretto rivale, un Lewis Hamilton che al momento si trova a rincorrere il tedesco su una Ferrari decisamente più competitiva della sua Mercedes.

C’è da dire che sul circuito Gilles Villeneuve di Montreal Hammer è sempre stato particolarmente a suo agio, arrivando alla vittoria già nella stagione d’esordio (2007). Ma con una Rossa così in palla tra i cordoli, Seb può aspirare benissimo alla quarta vittoria stagionale.

Questa pista è differente dalle precedenti – ha affermato Vettel – Al momento arriviamo da un paio di gare con ottimi riscontri, e la buona notizia è che finora siamo stati competitivi su tutti i circuiti disputati. La nostra SF70H sembra essere veloce ovunque: se lo sarà anche in Canada, sarà fantastico!”.

Hai la sensazione di chi corre per vincere il Titolo Mondiale?
Non saprei… è trascorso un po’ di tempo dall’ultima volta – ha continuato il ferrarista – Ora, però, non mi sto preoccupando del Campionato: il mio obiettivo è raccogliere punti importanti e rimanere concentrato gara per gara. Posso farlo perchè abbiamo una grande Ferrari”.

Il punto di forza della vostra monoposto è perchè è facile da settare?
Non è del tutto corretto – ha puntualizzato il tedesco – Lavoriamo sempre tanto: a Barcellona, per esempio, il venerdì abbiamo avuto un sacco di problemi, poi però abbiamo recuperato alla grande il giorno successivo. C’è da dire che non è mai facile ottenere il meglio dalla macchina, perchè c’è sempre qualcosa che vorresti fosse andata in modo diverso. Ci sono tante scelte in fatto di set-up, e questo qualche volta crea qualche dubbio sul setting ideale”.

A Montreal non sei arrivato sempre al vertice…
Il circuito canadese è un posto fantastico, però se mi guardo indietro avrei potuto vincere più di un Gran Premio – ha ammesso Vettel – Nonostante tutto, mi piace molto questa pista, ha un bel ritmo, grandi frenate e chicane impegnative”.

Recentemente Lewis Hamilton ha detto che tu sei la prima guida della Ferrari…
Non è così – ha subito ribattuto Seb – Forse si stava riferendo all’ultima gara di Montecarlo: quando Kimi ha effettuato la sua sosta per difendersi da Bottas, Ricciardo ha subito ridotto il gap. Io ho accettato di posticipare il pit-stop, ma se fossi rientrato subito, probabilmente Daniel avrebbe vinto la gara, soprattutto se fosse entrata in pista la safety car. Abbiamo fatto quello che era giusto fare: la reazione di Raikkonen è stata normale, a nessuno piace arrivare secondi se si ha la possibilità di vincere”.

E nei confronti della Mercedes? State cercando di guadagnare più punti possibili?
A Monaco non hanno avuto un grande weekend, mentre il nostro è stato perfetto. Vedremo quanto sarà importante questa vittoria in ottica Campionato. In un calendario così fitto, però, mi aspetto anche qualche altra battuta d’arresto”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi
Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di potermi sentire un pilota, anche solo per una volta nella vita. Perchè Ayrton Senna diceva: "Una persona che non ha più sogni non ha più alcuna ragione di vivere".

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.