Formula 1 | GP Canada 2017, Kimi Raikkonen: “Belle sensazioni oggi, ma posso ancora migliorare”

Grazie a un sensazionale 1’12”935 Kimi Raikkonen è stato il pilota più veloce del venerdì di libere a Montreal, affermando che però ha ancora margine di miglioramento

La pole position conquistata nello scorso appuntamento sulle stradine del Principato di Monaco deve avergli dato quella carica in più che gli mancava. Sì, perchè oggi Kimi Raikkonen è riuscito a centrare il miglior tempo di giornata, un 1’12”935 che lo distanzia di poco meno di sette decimi dal record in qualifica fatto segnare da Michael Schumacher nel 2004.

Un’ottima prestazione quella del finlandese, l’unico a scendere sotto il muro del’1’13”, ma che a detta sua è possibile ancora migliorare in vista delle qualifiche di domani: “Sono contento, ma è soltanto venerdì – ha affermato Kimi in conferenza stampa – Le sensazioni che ho provato sono stato parecchio positive, ma per domani c’è ancora un ampio margine di miglioramento”.

Montreal è una pista complicata e individuare il perfetto carico aerodinamico è un’impresa – ha continuato Raikkonen – In alcuni settori serve la monoposto in assetto scarico, mentre in altri è richiesto un maggior carico. Per questo motivo, la situazione è abbastanza difficile e quindi non so se domani riuscirò di nuovo a centrare la pole position. Sicuramente ci proverò e tenterò di andare il più velocemente possibile”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi
Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.