Formula 1 | Gp Azerbaijan 2017, Ricciardo su Vettel: “Lo rispetto per la grinta… ma troppo aggressivo”

Daniel Ricciardo vincitore del Gp Azerbaijan, commenta la sportellata data da Vettel a Hamilton durante il regime di Safety Car.

Il Gp Azerbaijan 2017, sarà senza dubbio ricordato per l’episodio avvenuto in pista sotto regime di Safety Car tra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, con il doppio scontro avvenuta tra loro, con tanto di sportellata da parte del pilota della Ferrari ai danni di Hamilton. Un episodio che ha in qualche modo mandato in secondo piano la inaspettata quanto fortunata vittoria di Daniel Ricciardo con la Red Bull. Per il pilota australiano e la scuderia si tratta della prima vittoria stagionale.

Al termine della gara e della festa del podio, Daniel Ricciardo nel corso delle interviste di rito, oltre a commentare la sua 5° vittoria in carriera, ha voluto commentare l’episodio incriminato tra il pilota tedesco della Ferrari e il 3 volte campione del mondo.

Così ha detto il pilota della Red Bull ai microfoni della BBC Sport: “Seb a volte dovrebbe pensare prima di agire. È guidato dalla passione e dall’istinto che a volte deve tenere sotto controllo. Lo rispetto per la grinta e l’amore che ha nei confronti di questo sport, che lo porta spesso ad essere così aggressivo. Lo rispetto e questa è una cosa che di lui mi piace molto”.

Poi, parlando dell’azione di Hamilton, quasi come volerlo difendere, Ricciardo ha spiegato che in quel momento il pilota della Mercedes, aveva diritto di scegliere l’andatura essendo il leader della corsa. Vettel non avrebbe dovuto reagire così, nonostante la concitazione di quei momenti in cui il tedesco stava cercando di non perdere la scia di Hamilton. “Lewis aveva ogni diritto di fare l’andatura, sia se stesse rallentando o meno. Era in testa alla gara e per lui era troppo presto per accelerare in quel punto. Forse Seb era un po’ sovraeccitato per la ripartenza”.

Scritto da: Giorgia Meneghetti

Giorgia Meneghetti
Mi chiamo Giorgia, 30 anni, residente a Fermo nelle Marche. Appassionata di cavalli, e di Formula 1 fin dal 1998 quando correva il mitico nonché mio idolo Michael Schumacher con la Ferrari, di cui sono tifosa sfegatata. Un'altra mia passione si chiama Fernando Alonso, un pilota che apprezzo molto, che sogno di poter incontrare un giorno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.