Formula 1 | GP Azerbaijan 2017, Daniel Ricciardo: “Non mi aspettavo la vittoria!”

Un Gran Premio folle e ricco di imprevisti e colpi di scena, consegna la vittoria a Daniel Ricciardo, che così si riscatta dall’errore commesso in qualifica

Il Gran Premio di Baku è stato un Gran Premio folle e ricco di colpi di scena e numerosi imprevisti, caratterizzato anche dall’ingresso ripetuto della Safety Car ed interrotto addirittura da una bandiera rossa, necessaria per rimuovere i vari detriti sparsi in pista. Tra i vari contendenti, la vittoria va a Daniel Ricciardo, autore di una bella rimonta, ottenuta non solo grazie al suo talento, ma anche ad una serie di casi fortuiti. A riguardo ha affermato: “Non si può certo dire che ho vinto una gara noiosa, anzi è stata una gara folle! Dopo la ripartenza ed aver visto i problemi che c’erano stati tra Lewis e Sebastian, sapevamo che il podio era alla nostra portata, ma non ci aspettavamo certo la vittoria”.

Una vittoria del genere, lo riscatta dall’errore commesso ieri nelle qualifiche, sbattendo contro il muro e per cui Daniel Ricciardo era veramente dispiaciuto e deluso, e da un pit stop imprevisto all’inizio della gara, dovuto ai detriti in pista che si erano infilati nella presa dei freni, infatti ha dichiarato: “Ieri ero davvero deluso per l’errore commesso in qualifica, ma sono cose che capitano quando si è al limite, però ero consapevole che oggi stando lontano dai guai, sarebbe stata una giornata diversa. Per quanto riguarda la gara, inizialmente avevo raccolto dei detriti nella presa dei freni, perciò necessariamente sono dovuto entrare ai box per ripulirla. Quando poi sono tornato in pista ero in diciassettesima posizione, perciò non avrei mai scommesso di vincere la gara, ma oggi è accaduto l’impossibile”.

Daniel Ricciardo, infine, non solo ha descritto la sua gioia durante il giro di rientro, confidando di aver riso come un bambino sotto il casco, ma ha dedicato un pensiero ad un altro grande protagonista della gara Lance Stroll, che ha ottenuto il suo primo podio in carriera in Formula 1, ed ha anche pensato a Max Verstappen, dichiarando di essere dispiaciuto per il suo ritiro. A riguardo il pilota australiano ha affermato: “Sono ancora senza parole, nel giro di rientro dopo aver terminato la gara, ridevo come un bambino. Devo anche fare i complimenti a Lance Stroll per il suo primo podio, l’ha meritato. Per quanto riguarda Max è stato un vero peccato, ma è stato fantastico ottenere questa vittoria per me e per la squadra. Spero che entrambi saremo presto sul podio.

Scritto da: Sabrina Aceto

Sabrina Aceto
Mi chiamo Sabrina ho 25 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.