Formula 1 | Una cordata di investitori cinesi prepara lo sbarco nel Circus: coinvolti uomini della Red Bull

Una cordata di investitori cinesi è interessata alla costruzione e nascita di un nuovo team di Formula 1. La base della factory sarà tra Oxford e Silverstone

Entro i prossimi due anni la griglia di partenza di Formula 1 potrebbe vedere aumentare il numero delle scuderie partecipanti al Campionato del Mondo. Facciamo un passo indietro e torniamo a qualche Gran Premio fa. Gli avvistamenti di alcuni visi nuovi dell’ambiente sono stati registrati dall’appuntamento di Monaco quando nel paddock della Formula 1 si sono fatti vivi alcuni ex ingegneri della Manor, attualmente impegnati in consulenze al di fuori del Circus. Una scena che è andata a ripetersi anche in Canada, appena una settimana fa.

Secondo le prime indiscrezioni si starebbe muovendo qualcosa visto che in base a quanto hanno riportato gli addetti ai lavori nel paddock non si parlerebbe d’altro se non di un prepotente interessamento di un gruppo di investitori cinesi pronti a finanziare la nascita di un nuovo team che dovrebbe iniziare a correre in Formula 1 che però avrebbe la sua sede in Gran Bretagna.
Anche se la Federazione Internazionale sarebbe stata già informata della volontà del gruppo di dare vita a quella che potrebbe diventare l’11esima squadra di Formula 1, la FIA avrebbe fatto richiesta di adeguate garanzie economiche per andare a evitare i fallimenti ai quali abbiamo già assistito prima con HRT e Caterham e in ultimo, proprio con la Manor e un impegno minimo nella Categoria Regina del Motorsport di 5 anni.

Esattamente come svelato in precedenza, nonostante i fondi cinesi, la factory dovrebbe sorgere a cavallo tra Oxford e Silverstone, nella Silicon Valley dei motori, dove si può trovare già un’alta concentrazione di team di Formula 1. Anche se il progetto sembra navigare ancora in alto mare, in base a quanto hanno rivelato i colleghi di Motorsport.com, alcuni esponenti di questa nuova realtà si sarebbero già incontrati con Mercedes e Renault per conoscere i dettagli di un’eventuale fornitura della power unit. Oltre ad alcuni ex tecnici della Manor, sarebbero stati contattati anche alcuni membri di altre scuderie, in particolar modo della Red Bull: “Ad alcuni uomini che lavorano nel nostro team è stato chiesto se fossero interessati a lavorare per una nuova squadra. Non credo che sia qualcosa di imminente, come per il prossimo anno, perché sarebbe già tardi“, ha rivelato Christian Horner ad Auto Motor und Sport.

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.