IndyCar | Qualifiche Indy 500, Alonso: “Senza quel piccolo problema, sarei andato più vicino alla pole”

Lo spagnolo recrimina su quel problema che lo ha condizionato, ma è comunque soddisfatto del 5° posto

Con una media di 231.300 miglia orarie, Fernando Alonso si è aggiudicato il 5° posto sulla griglia della 500 Miglia di Indianapolis. Niente male per un rookie! Soprattutto considerando che non è filato tutto liscio durante i quattro giri a vita persa dello spagnolo, che all’uscita dall’ultima curva ha dovuto fare i conti con un piccolo ma forse decisivo inconveniente al suo motore Honda.

La centralina ha infatti dovuto tagliare un po’ di potenza, in quanto la pressione rilevata era troppo alta (essendo superiore a 1,4 bar), secondo le regole dell’IndyCar. Un problema apparentemente di poco conto, ma che pesa come un macigno quando poche miglia orarie fanno una differenza enorme.

Fernando è rientrato ai box raggiante (aveva il primato temporaneo dopo il suo tentativo), ma consapevole di avere lasciato qualcosa per strada. “Tutto è successo alla fine del secondo giro – ha raccontato lo spagnolo a caldo – ed è stato come frenare. Ho scalato una marcia e poi ho recuperato velocità. Pensavo di chiudere il giro con una media disastrosa e che la mia qualifica fosse finita lì, invece alla fine è andata bene”.

“Senza questo problema, forse sarei stato più vicino a Dixon, ma quando parti nei primi 9 non cambia troppo la posizione. La macchina si è comportata bene e nel complesso sono soddisfatto”. Alonso può dirsi miracolato per aver potuto partecipare alla Fast9, visto che i suoi meccanici hanno dovuto sostituire il motore in fretta e furia per permettergli di scendere in pista dopo un problema rilevato al termine delle libere.

“La squadra è stata incredibile. Tutti hanno lavorato per me, anche i meccanici delle altre vetture del mio team è stato l’elogio di Alonso.

 

Scritto da: Luca De Franceschi

Luca De Franceschi
Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.