Formula 1 | GP Spagna 2017, Valtteri Bottas: “Il contatto alla prima curva? Non è colpa mia”

Costretto al ritiro per il cedimento della power unit Mercedes, Valtteri Bottas ha affermato che l’incidente alla prima curva è stato semplicemente un normale fatto di gara

Doveva essere la gara della conferma per Valtteri Bottas, ma purtroppo il GP di Spagna non è andato per il verso giusto: una fumata bianca segno del cedimento della power unit della sua Mercedes lo ha costretto al ritiro, incassando un pesante zero in classifica.

Il finlandese, inoltre, è stato anche protagonista dell’incidente alla prima curva subito dopo la partenza: per difendere la sua posizione, ha toccato con la sua W08 la Ferrari di Kimi Raikkonen, il quale a sua volta ha centrato la Red Bull di Max Verstappen. Ma mentre il ferrarista e l’olandese sono stati obbligati al ritiro, Bottas ha potuto continuare la sua gara, senza però portarla a termine.

Di fronte a quanto successo, tuttavia, Valtteri ha affermato che, a suo modo di vedere, si è trattato di un normale incidente di gara: “Mi spiace per quello che è successo a Kimi ed a Max – ha dichiarato Bottas – Io ho mantenuto una traiettoria interna in modo da difendere la mia posizione. Così facendo, però, ho toccato gli altri due. Ma non c’è molto da dire, a mio modo di vedere si è trattato di un semplice incidente di gara”.

Per quanto riguarda la mia corsa è stato un vero peccato essere costretto al ritiro – ha continuato il pilota della Mercedes – Abbiamo dovuto utilizzare la vecchia power unit, credevamo che avrebbe retto ma così non è stato. In gara ho cercato di fare un primo stint molto lungo: oggi avrei potuto puntare al podio, ma queste sono le corse. Sarà per la prossima volta”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.