Formula 1 | GP Monaco, Lewis Hamilton: “Amo le sfide, anche se la vettura è difficile da guidare”

Lewis Hamilton afferma che in questa stagione la sua monoposto è difficile da guidare, ma ama le sfide e vuol battagliare con Sebastian Vettel per il titolo iridato

Il Gran Premio di Monaco è uno degli eventi più speciali della stagione, inoltre è un Gran Premio storico in cui Lewis Hamilton ha vinto due volte. Il tre volte Campione del Mondo vuole dare la caccia a Sebastian Vettel per il titolo iridato, ma ha ammesso che la sua Mercedes W08, non è facile da guidare, anche se questa sfida gli piace.

A riguardo, il pilota britannico Lewis Hamilton, ha affermato: “Mi piace tanto la sfida che si è creata, anche se la vettura in questa stagione è difficile da guidare. E’ come quando si vedono le persone arrampicate sul toro, che cercano di domarlo e ci provano più volte. Questo è lo stesso tipo di sensazione che provo con questa vettura, ma certo non è mai facile quando si tratta di una sfida. Durante tutto l’anno la vettura continuerà a migliorare sempre di più, perché abbiamo capito le mescole e gli strumenti che abbiamo a disposizione, così la macchina sarà più facile da guidare, ovviamente”.

Il tre volte Campione del Mondo ha proseguito dicendo: “In passato ho avuto vetture che sono state eccellenti da guidare, con una configurazione molto più semplice. Mi piace questa sfida, che pone me ed i miei ingegneri a superare sempre il limite. Questo ci rende molto più meticolosi nelle scelte che facciamo, la direzione in cui stiamo andando è quella giusta, ma si deve lavorare molto di più per il bilanciamento della vettura”.

Niki Lauda ha affermato che la Ferrari potrebbe avrebbe alcuni vantaggi a Monaco. Lewis Hamilton, ritiene inoltre che la Mercedes soffrirà sulla pista monegasca e ha dubbi sul fatto che la monoposto potrà adattarsi perfettamente alla pista, infatti ha affermato: “Questo fine settimana sarà dura, non so come la nostra monoposto si adatterà al tracciato, ma se saremo davvero nei guai, lo scopriremo soltanto domani”.

Scritto da: Sabrina Aceto

Sabrina Aceto
Mi chiamo Sabrina ho 25 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.