gp monaco anteprima pirelli f1 vettel

Formula 1 | GP Monaco 2017, Pirelli: ci sarà spazio per strategie diverse

Per il circuito di Montecarlo, Pirelli ha nominato le tre mescole più morbide tra quelle disponibili: soft, supersoft e ultrasoft

Dopo aver portato le tre mescole più dure della gamma all’ultimo Gran Premio di Spagna, per il Gp Monaco, Pirelli nomina le tre mescole più morbide tra quelle disponibili: soft, supersoft e ultrasoft. Il famoso circuito stradale del Principato è noto per avere la velocità media più bassa e il minor degrado dei pneumatici di tutta la stagione: per questo motivo si può prevedere una gara a un solo pit stop. Ma l’approccio dei team a questo Gran Premio speciale presenta molte variabili.

Le tre mescole nominate

mescole Pirelli australia f1 2017

Il circuito dal punto di vista dei pneumatici

  • A Monaco è difficile sorpassare, quindi la qualifica è particolarmente importante ed è necessario capire da subito come sfruttare la ultrasoft.
  • Il degrado sarà molto basso: anche la ultrasoft dovrebbe essere in grado di coprire stint lunghi.
  • È probabile un solo pit stop, dato il consumo ridotto dei pneumatici.
  • La velocità media è la più bassa di tutta la stagione; questo circuito ha anche la curva più lenta dell’anno, il tornante Fairmont.
  • I team scelgono il massimo livello di deportanza per migliorare il grip meccanico dei pneumatici.
  • Questo tracciato ha poche vie di fuga: la precisione è estremamente importante.
  • La gomma anteriore destra è la più affaticata.

Mario Isola – Responsabile car racing:
La scelta di portare a Monaco le tre mescole più morbide è quasi scontata, anche se c’è molto spazio per strategie diverse, perché su questo tracciato l’usura e il degrado sono così bassi che le squadre possono scegliere di effettuare la sosta in qualsiasi momento. Si prevede un unico pit stop, con partenza su ultrasoft e un secondo stint sulla supersoft. È il primo Gran Premio 2017 in cui i piloti possono scegliere il numero dei set di pneumatici per mescola, e come ci aspettavamo le nomination sono andate a favorire la ultrasoft: questa mescola sarà la più utilizzata sia nelle qualifiche che in gara“.

Quali novità ?
Alcune squadre porteranno a Monaco evoluzioni e componenti specifiche per questa pista, anche se nel Principato la performance complessiva delle monoposto non è sempre il fattore decisivo.
Dopo il ritiro alla fine del 2016, Jenson Button torna in Formula 1 con la McLaren: il pilota inglese, già vincitore a Montecarlo, sostituirà Fernando Alonso, impegnato questo fine settimana nella Indy 500.
Come da tradizione, a Monaco non si disputano le prove libere al venerdì: le prime due sessioni sono anticipate al giovedì.

Pressioni minime alla partenza
19 psi (anteriore) – 18 psi (posteriore)

Pneumatici nominati quest’anno

scelta pneumatici pirelli f1 2017

Scritto da: Pirelli Press Area

Pirelli Press Area
Tutte le news dal punto di vista Pirelli, con le statistiche e le infografiche dei circuiti e i comportamenti dei pneumatici gara per gara.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.