formula1-2017-gp-monaco-pagelle

Formula 1 | GP Monaco 2017, Le pagelle

La Ferrari vince il GP di Monaco con Vettel dopo sedici lunghi anni. Seb impeccabile, approfitta della sosta di Raikkonen per spingere al massimo e balzargli davanti. Kimi completa la doppietta Rossa a coronamento di un grande weekend. Ricciardo terzo, al secondo podio consecutivo in stagione, le nostre pagelle.

Il principato di Monaco torna a tingersi di rosso, grazie alla doppietta Ferrari, un dominio assoluto in tutto il weekend, sin da giovedi, sul podio sale anche un tenace Daniel Ricciardo, abile a sfruttare le soste altrui, Lewis Hamilton rimonta finchè può e chiude settimo.

Sebastian Vettel 10: la Ferrari ribadisce il suo valore. Seb è quasi perfetto, ha sbagliato solo il giro buono del Q3, per il resto, fin da giovedì aveva dimostrato che non ce ne era per nessuno. In gara ha aspettato il momento giusto per scatenarsi e attaccare Raikkonen. SII ragazzi,avanti!

Kimi Raikkonen 10: Il voto è una piccola consolazione a fronte di una amarezza comprensibile, ma di un pilota finalmente ritrovato. La differenza l’ha fatta anche Vettel girando su tempi strepitosi in quella fase di gara, ma la Ferrari ha bisogno di vincere il Mondiale e ha da tempo un candidato evidente. In questo senso qualche responsabilità l’ha pure Kimi che non viaggia sempre come ha viaggiato a Montecarlo.

Daniel Ricciardo 9: Spinge come un dannato, quando sente che il podio potrebbe diventare suo. Lo diventa e ci sale per la seconda volta consecutiva a Monaco, abile a sfruttare la tattica suicida degli avversari.

Carlos Sainz 9: Un grande fine settimana, chiuso da un bellissimo sesto posto. Tirando senza sbagliare, sfruttando una pista dove superare non si può. Tenendo agevolmente dietro Lewis Hamilton.

Valtteri Bottas 7,5: Qualifica da urlo, a 45 millesimi dalla pole con una Mercedes in pessime condizioni, poi in gara, un podio sicuro, viene vanificato dalla strategia nata per marcare Verstappen, il rinnovo si avvicina sempre più.

Max Verstappen 7: Veloce, spettacolare, ha tirato fuori un giro strepitosi per partire a ridosso delle Ferrari. In gara però la strategia è da kamikaze, ma una magra consolazione c’è, quest’anno nessun botto.

Romain Grosjean 7: Gran bel weekend, soprattutto se consideriamo che era quasi eliminato in Q1, in qualifica, dopo ben due testacoda. Non ha più sbagliato un colpo, è un risultato che fan ben sperare per il resto della stagione.

Lewis Hamilton 6:  Ha rimontato come forse di più non poteva, ma ci aspettavano qualcosa di più aggressivo sulle strategie. Ha pensato al campionato e non si è preso rischi, il team radio ad un giro dalla fine è stato eloquente, ci si aspetta più cattiveria già dal Canada.

Stoffel Vandorne 5: Senza la pressione ingombrante del compagno di squadra dimostra di avere un po’ di stoffa ma poi gli errori lo penalizzano, la casella punti rimane ancora a 0, ma siamo sulla buona strada.

Jenson Button 4,5: Un ritorno non male in qualifica, da figurante si becca 15 posizioni di penalità è va avanti, l’azzardo su Wehrlein è  stato eccessivo, forse troppa foga al rientro, simpaticissimo il siparietto con Fernando Alonso prima della partenza.

Marcus Ericsson 0: Andare lungo superando la Safety Car non è da pilota di F1, la macchina non lo supporta ma lui non è da meno.

Scritto da: Federico Crisetti

Federico Crisetti
Mi chiamo Federico Crisetti ho 24 anni, sono laureato in Informatica attualmente studente Magistrale all’Università Statale di Milano. Appassionato di sport , soprattutto di F1, seguo questo sport H24, non perdo un singolo istante di ogni weekend o evento F1, come per tutte le mie passioni dedico tutto me stesso.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.