Formula 1 | Chris Horner sulla strategia di Verstappen: “Abbiamo parlato con Max e si è calmato”

L’olandese era furioso dopo aver perso pure il 4° posto, ma il team si è affrettato a spiegargli la situazione e a tranquillizzarlo

I “beep” nel team radio di Max Verstappen, dopo che era stato scavalcato da Ricciardo nel valzer dei pit stop, dicono tutto sulla frustrazione dell’olandese per aver perso, oltre al 3° posto, pure il quarto. A Montecarlo, il muretto Red Bull ha richiamato Max ai box per tentare l’undercut su Bottas, che a livello di passo gara non era molto più veloce rispetto alla RB13 che lo seguiva. Risultato? Max è rimasto dietro a Bottas e, poco dopo, è arrivata la beffa con Daniel che, a suon di giri veloci con le Ultrasoft prima del pit stop, è rientrato balzando davanti ad entrambi e centrando il secondo podio consecutivo.

Una sorte simile a quella di Raikkonen, pure lui tra i primi ad effettuare la sosta e, per questo, rimasto penalizzato nell’economia della gara. “Volevamo sfruttare la situazione con l’undercut – ha commentato Horner in merito alla strategia adottata per Verstappen – L’outlap di Perez con le SuperSoft era stato interessante, inoltre le Ferrari stavano rallentando il ritmo perché erano immerse nel traffico. Così abbiamo tentato la mossa a sorpresa richiamando Max.

“Se non è andata bene, è perché in pit lane Max ha perso un secondo e subito dopo Bottas ha deciso di fermarsi. Così ci siamo accorti che con Daniel potevamo tentare qualcosa di diverso e l’abbiamo lasciato in pista con strada libera. Dopo la corsa, abbiamo parlato con Max, che si è calmato: non è stato difficile fargli comprendere la situazione. La sua frustrazione è comprensibile: nell’adrenalina del momento, è facile lasciarsi andare all’ira per aver visto il tuo compagno uscirti davanti dopo la sosta. Magari la prossima volta le cose andranno a favore di Max”.

Scritto da: Luca De Franceschi

Luca De Franceschi
Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.