Formula 1 | Sebastian Vettel è sicuro: “Il freddo di Sochi non fermerà la Ferrari”

Sebastian Vettel ha vinto 2 delle prime 3 gare del 2017. Era dal 2013 che la Ferrari non esordiva con riscontri così buoni ottenuti nelle prime gare della stagione

La Ferrari e Sebastian Vettel, dopo le delusioni dell’ultimo anno, non potevano iniziare il 2017 in modo migliore. Alla vittoria di Melbourne, proprio nella gara inaugurale della stagione, è seguita la settimana scorsa quella in Bahrain, sulla pista di Sakhir per confermare che quanto visto in Australia non può essere imputato a un caso fortuito. La Ferrari c’è e darà del filo da torcere alla Mercedes per tutto l’anno.
Il più noto motto del Team Principal della Rossa Maurizio Arrivabene (piedi per terra, testa bassa e lavorare), è stato preso da Sebastian Vettel in parola.

Nonostante in Bahrain sia salito sul gradino più alto del podio per la seconda volta in tre appuntamenti iridati, il tedesco, leader del campionato, sta già pensando a come preparare il Gran Premio di Russia, che si disputerà in condizioni molto differenti rispetto a quelle che la Ferrari ha trovato a Sakhir. Anche se a Maranello c’è qualche preoccupazione, Sebastian Vettel è convinto che le temperature più basse non saranno un problema per la SF70-H: “Non credo che a Sochi potranno esserci brutte sorprese anche se le temperature che troveremo in Russia sono più basse rispetto a quelle del Bahrain. Anche in Cina fece freddo… eppure siamo stati competitivi – ha raccontato Seb ai colleghi de La Gazzetta dello Sport – Il nostro compito è quello di mettere pressione addosso ai nostri avversari, in particolar modo a Hamilton e finora la Ferrari non ha commesso errori. Le nostre strategie sono state perfette e ora il team deve continuare a rimanere concentrato sul da farsi“.

Ora che la Rossa è una certezza, l’obiettivo del Cavallino Rampante deve essere quello di proseguire su questa strada, concludendo la stagione ad alto livello. Era dal 2013 che la Ferrari non esordiva con riscontri così buoni ottenuti nelle prime gare della stagione. Risultati che hanno fatto riecheggiare gli allarmi in quel di Stoccarda. La lotta è aperta e non c’è tempo per perdersi a inutili distrazioni.

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.