Formula 1 | GP Russia 2017, Valtteri Bottas: “Spero che questa sia la prima vittoria di una lunga serie”

Dopo 81 GP disputati, Valtteri Bottas è arrivato al successo in Russia, una vittoria ampiamente meritata che lui stesso spera sia solo la prima

Da quando è entrato in Formula 1 nel 2013 come pilota titolare, Valtteri Bottas ha disputato 81 gare prima con la Williams e da quest’anno con la Mercedes. Ha colto in totale 11 podi, di cui nove terzi posti e due medaglie d’argento.
Mancava solamente di salire sul gradino più alto del podio e indossare la corona d’alloro del vincitore…

Un trionfo che, finalmente, è arrivato in questa stagione sull’Autodromo di Sochi, in una gara vinta praticamente in partenza grazie ad uno start a sangue freddo in cui ha messo subito in riga le due Ferrari di Vettel e Raikkonen, tenendole poi a bada fino alla bandiera a scacchi.
Da buon finlandese, Valtteri non è granchè emotivo, però stavolta non poteva non lasciarsi andare una volta sentito sul podio il suo inno nazionale!

Ho impiegato più di 80 gare per arrivare a conquistare la mia prima vittoria, ma alla fine ne è valsa la pena – ha esordito un emozionato Bottas in conferenza stampa – È grazie all’opportunità datami dalla Mercedes che oggi sono qui a festeggiare: non mi sono ancora reso conto di aver vinto, dovrà passare un po’ di tempo. Sentire finalmente l’inno finlandese sul gradino più alto del podio è stata una sensazione unica, quasi surreale. Questa è la mia prima vittoria, sicuramente la più bella gara della mia vita, ma spero che sia solo la prima di una lunga serie”.

Per quanto riguarda la corsa – ha continuato Valtteri – Ho sempre tenuto la situazione sotto controllo, nonostante qualche difficoltà con i doppiaggi e quel bloccaggio a pochi giri dalla fine. Ma a parte questo, è andato tutto per il meglio. Ho sempre saputo di poter ottenere degli ottimi risultati grazie alle mie capacità. Ho fiducia in me stesso e voglio continuare così”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi
Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di potermi sentire un pilota, anche solo per una volta nella vita. Perchè Ayrton Senna diceva: "Una persona che non ha più sogni non ha più alcuna ragione di vivere".

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.