Formula 1 | GP Russia 2017, prove libere 3: Ferrari ipoteca le qualifiche, ma la Mercedes si avvicina

Nel terzo turno di prove libere il copione del venerdì si è ripetuto di pari passo, con le Ferrari davanti e le Mercedes, anche se più vicine, dietro a inseguire

E siamo a tre. Il proverbio dice: “e il quattro vien da sè”, quindi… chissà come si comporteranno le due Ferrari nelle qualifiche di questo pomeriggio, visto che anche nelle FP3 sono riuscite a piazzarsi in prima e seconda posizione.
Di nuovo Sebastian Vettel davanti a tutti, capace di limare ancora un pochino il miglior tempo del venerdì abbassandolo sull’1’34”001; a poco più di tre decimi il suo compagno di squadra, un Kimi Raikkonen che si sta mostrando finalmente consistente dopo un avvio di stagione leggermente sottotono.

Non hanno ancora trovato il passo giusto le due Mercedes che ripetono ciò che hanno fatto vedere nella giornata di ieri: Valtteri Bottas terzo e, a seguire, il suo team-mate britannico Lewis Hamilton, stavolta però staccati rispettivamente di 363 e 541 millesimi di secondo.
La W08 EQ Power+ è leggermente migliorata rispetto alle FP2, ma non abbastanza per consentire ai due piloti del reparto corse di Brackley di poter spingere da subito con le gomme più morbide.

Quinta posizione per la prima delle Red Bull, la numero 33 di Max Verstappen seguita dalla sorprendente Williams di Felipe Massa che limita il suo distacco dalla vetta a meno di un secondo e mezzo. Settimo tempo, di seguito, per l’altra sorpresa di mattinata: si tratta della Renault di Nico Hulkenberg, capace di mettersi dietro la RB13 di un Daniel Ricciardo in evidente difficoltà nel trovare il set-up ideale per la pista russa.

Hanno completato la top ten la Toro Rosso di Carlos Sainz Jr e la HAAS di Kevin Magnussen, mentre fuori dai primi dieci entrambe le Force India di Esteban Ocon (12esimo) e Sergio Perez (15esimo) assieme alle due McLaren-Honda di Fernando Alonso (14esimo) e Stoffel Vandoorne (17esimo).

1. Sebastian Vettel (Ferrari), 1’34”001
2. Kimi Raikkonen (Ferrari), 1’34”338 (+0.337)
3. Valtteri Bottas (Mercedes), 1’34”364 (+0.363)
4. Lewis Hamilton (Mercedes), 1’34”542 (+0.541)
5. Max Verstappen (Red Bull), 1’35”452 (+1.451)
6. Felipe Massa (Williams), 1’35”471 (+1.470)
7. Nico Hulkenberg (Renault), 1’35”662 (+1.661)
8. Daniel Ricciardo (Red Bull), 1’35”830 (+1.829)
9. Carlos Sainz Jr (Toro Rosso), 1’36”164 (+2.163)
10. Kevin Magnussen (HAAS), 1’36”556 (+2.555)
11. Lance Stroll (Williams), 1’36”649 (+2.648)
12. Esteban Ocon (Force India), 1’36”676 (+2.675)
13. Daniil Kvyat (Toro Rosso), 1’36”846 (+2.845)
14. Fernando Alonso (McLaren), 1’36”869 (+2.868)
15. Sergio Perez (Force India), 1’36”962 (+2.961)
16. Romain Grosjean (HAAS), 1’37”164 (+3.163)
17. Stoffel Vandoorne (McLaren), 1’37”182 (+3.181)
18. Marcus Ericsson (Sauber), 1’37”503 (+3.502)
19. Pascal Wehrlein (Sauber), 1’37”657 (+3.656)
20. Jolyon Palmer (Renault), NC

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi
Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di potermi sentire un pilota, anche solo per una volta nella vita. Perchè Ayrton Senna diceva: "Una persona che non ha più sogni non ha più alcuna ragione di vivere".

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.