© Studio Colombo

Formula 1 | GP Russia 2017-libere, Ferrari: primo e il secondo tempo per Seb e Kimi

La Ferrari SF70H è cresciuta sia sul passo di gara ma anche sul giro secco. Ma a preoccupare inizia a essere l’affidabilità…

Anche se è appena il primo giorno di movimento in pista in quel di Sochi, le prime due sessioni di prove libere riferiscono di due Ferrari davanti a tutti, e con grande margine sulla coppia targata Mercedes. Nella FP2 Sebastian Vettel ha confermato quanto fatto da Kimi Raikkonen in mattinata, a conferma che la SF70H non solo è cresciuta rispetto ad appena due settimane fa, ma a differenza di quanto visto in Bahrain sembra poter stare agevolmente davanti alla Mercedes sia sul passo di gara ma anche sul giro secco.

Ma non possiamo dimenticare che è solo venerdì e a lasciarlo intendere è lo stesso Vettel: “Noi lottiamo sempre per la pole position, è ovvio, ma sulla carta questa è una pista adatta alla Mercedes. Oggi loro non hanno fatto il possibile e non hanno tirato fuori tutto il loro potenziale“.

La giornata positiva vissuta da entrambi i piloti della Ferrari è stata rovinata da un unico punto nero in quello che possiamo definire come un venerdì perfetto. Sulla monoposto di Vettel e Raikkonen è stato deciso di sostituire il turbocompressore, il terzo dei quattro che sono concessi nel corso della stagione 2017. Anche se da Maranello lasciamo trapelare come l’intervento sia stato fatto precauzionalmente, in ogni caso non è un segnale incoraggiante per l’affidabilità: “Credo che abbiamo fatto dei miglioramenti, per cui ho i miei motivi per essere contento ma non completamente. Abbiamo avuto un inizio difficile questa mattina e ci è voluto un po’ per trovare la velocità – ha raccontato il pilota della Ferrari in conferenza stampa – Sono certo che possiamo fare di più. Credo che questo sia un circuito dove sia necessaria una certa confidenza. Ci sono molte curve che appaiono uguali sulla carta, simili sulla monoposto, ma poi risulta difficile fare tutto per bene. Vorrei che piantassero più alberi vicino la pista così da avere più punti di riferimento“.

© Studio Colombo

Buone sensazioni anche per Kimi Raikkonen che proprio nella sessione pomeridiana ha chiuso a un paio di decimi dal compagno di squadra: “È stato un buon venerdì , è andato tutto secondo i piani e non abbiamo avuto problemi. Sono contento del comportamento della macchina, ho avuto subito un buon feeling; e quando le cose vanno così è sempre più divertente. Fin qui tutto bene, è solo venerdì e non sappiamo cosa abbiano provato gli altri, ma sono contento di questa giornata – ha affermato in conferenza stampa un sorridente Iceman – Cercheremo di rendere al meglio nella giornata di domani e quello sarà il punto di partenza“.

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.