Formula 1 | GP Cina 2017, Pirelli: pista umida e safety car a inizio gara hanno provocano svariate strategie

Hamilton vince con due pit-stop utilizzando la soft per la maggior parte della gara, Verstappen rimonta dalla sedicesima alla terza posizione con una strategia a due pit-stop basata su supersoft

Formula 1 | GP Cina 2017, Pirelli: pista umida e safety car a inizio gara hanno provocano svariate strategie

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio di Cina su un tracciato umido a inizio gara ma che poi si è asciugato del tutto. La strategia dei pit stop è stata influenzata prima da una virtual safety car, poi dall’ingresso della stessa nel corso dei primi giri. Il pilota della Toro Rosso Carlos Sainz è stato l’unico a iniziare la gara con pneumatici slick, poi scelti da tutti i piloti nel corso dei primi 10 giri con diverse strategie su soft e supersoft. Dopo una partenza su asfalto umido, il circuito si è via via asciugato, con il tempo più veloce in gara inferiore di oltre quattro secondi rispetto a quello dello scorso anno, un margine maggiore – nonostante le difficili condizioni – rispetto a quanto visto due settimane fa in Australia.

Mario Isola – Responsabile Car Racing
“I team sono entrati in gara con informazioni limitate, dato che al via le condizioni erano completamente diverse da quelle dei due giorni precedenti, quindi hanno dovuto adattare le strategie al mutare delle circostanze. Nonostante i passaggi in pit lane durante il regime di safety car, la maggioranza dei piloti ha optato per le due soste, mostrando un degrado dei pneumatici slick limitato”.

I miglior tempi della giornata per mescola

Intermedie

Soft

Supersoft

Hamilton 2m 17.879s

Hamilton 1m 35.378s

Raikkonen 1m 36.003s

Bottas

2m 19.113s

Vettel 1m 35.423s

Massa

1m 36.511s

Ricciardo 2m 19.944s

Bottas 1m 35.849s

Perez 1m 36.531s

Gli stint più lunghi della gara

MESCOLA

PILOTA

GIRI

INTERMEDIATE

Ric/Rai/Ver/Ham/Bot

4

SOFT

Ocon

40

SUPERSOFT

Palmer

30

 

Pneumatici nominati quest’anno

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *