Formula 1 | GP Cina 2017, Kimi Raikkonen: “Problemi nel primo settore, ho perso troppo tempo”

Anche sul circuito di Shanghai Kimi Raikkonen non è andato oltre il quarto posto in griglia, stavolta per problemi di grip al posteriore e il fatto di aver girato veramente poco

Formula 1 | GP Cina 2017, Kimi Raikkonen: “Problemi nel primo settore, ho perso troppo tempo”

Come per Sebastian Vettel, anche Kimi Raikkonen ha ripetuto lo stesso identico copione dell’Australia: di nuovo quarto tempo e quarta posizione in griglia di partenza, un risultato forse un po’ sotto le aspettative dopo le dichiarazioni di Melbourne in cui aveva affermato di sapere dove lavorare per risolvere i problemi che affliggevano (e che evidentemente affliggono ancora) la sua SF70H.

Stavolta gli inconvenienti sono iniziati in Q3, quando il finlandese ha cominciato ad accusare una certa perdita di grip sulle gomme posteriori: “La mia Ferrari oggi non era così male – ha affermato Kimi – Ci sono dei settori di pista in cui dobbiamo migliorare, ma avendo girato poco questa settimana non abbiamo potuto fare di più”.

In particolare è il primo settore a creare ancora qualche problema di troppo – ha continuato Raikkonen – E questo mi ha fatto perdere un sacco di tempo: ancora oggi non siamo dove vorremmo essere. Abbiamo provato al termine della Q2 a rientrare con un treno nuovo di gomme Supersoft in modo da valutare il comportamento della vettura. Speriamo di poter risolvere il tutto entro lo start di domani”.

Per quanto riguarda la gara… è tutto da vedere – ha concluso il ferrarista – Se dovesse veramente piovere non ho la più pallida idea di come andrà: in condizioni full wet non abbiamo mai girato, cercheremo di dare del nostro meglio ma sarà tutto una grande incognita”.

Autore

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. Sono stato VFP1 nell'Esercito Italiano e per un breve periodo anche Allievo Maresciallo nell'Aeronautica Militare, ma la vita è come un cerchio ed alla fine ho trovato la mia strada nelle corse e nel motorsport. Cosa rappresenta per me la Formula 1? Un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di poter sentirmi un pilota, anche solo per una volta nella vita. Perchè Ayrton Senna diceva: "Una persona che non ha più sogni non ha più alcuna ragione di vivere".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *