Formula 1 | GP Bahrain-qualifiche, Sebastian Vettel: “Domani saremo più vicini, pero in una gara combattuta”

Nonostante la seconda fila Sebastian Vettel si è mostrato abbastanza soddisfatto del 3° posto. L’assetto della sua SF70H è migliorato notevolmente

Formula 1 | GP Bahrain-qualifiche, Sebastian Vettel: “Domani saremo più vicini, pero in una gara combattuta”

Dopo gli ottimi risultati portati a casa in Australia e in Cina, a Sakhir la Ferrari è sembrata meno in forma rispetto ai primi due appuntamenti della stagione. In Bahrain Sebastian Vettel è riuscito a ottenere il terzo tempo assoluto staccato di quasi mezzo secondo da Valtteri Bottas, poleman di giornata.
Anche se le differenze sembravano essere minime nei primi due turni delle qualifiche, in Q3 la Mercedes ha letteralmente tirato fuori l’artiglieria pesante infliggendo alla Ferrari un distacco di 478 millesimi: “Questa è una pista in cui è facile passare il limite – ha raccontato Seb ai giornalisti – In qualifica, dopo il mio primo tentativo in Q3, ho visto qual era il divario dalla vetta e non ero soddisfatto: così ho tentato il tutto per tutto e forse ho esagerato. Se avessi guadagnato un decimo non sarebbe cambiato nulla“.

Nonostante la seconda fila Sebastian Vettel si è mostrato abbastanza soddisfatto del risultato ottenuto oggi visto che è in particolar modo l’assetto della sua SF70H ad aver fatto un notevole passo in avanti rispetto alle prove libere di venerdì: “Nel complesso è stata una buona giornata. Ieri non ero riuscito a trovare il giusto feeling, la macchina continuava a scivolare. Abbiamo fatto alcuni piccoli aggiustamenti sull’assetto e oggi le sensazioni erano migliori in termini di bilanciamento. Oggi perdevamo tempo un po’ dappertutto sul giro, forse più del solito sui rettilinei“.

Il tedesco guarda con fiducia alla gara dove la Ferrari dovrebbe essere più competitiva: “Ma domani dovremmo essere più vicini, e spero in una gara combattuta. La macchina dovrebbe andare bene domenica“, ha concluso.

Autore

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *