© Studio Colombo

Formula 1 | GP Bahrain 2017-libere, Sebastian Vettel: “Sarà lotta con Hamilton? Spero di sì”

Anche la SF70H di Sebastian Vettel ha accusato problemi di affidabilità a Sakhir nonostante la Ferrari abbia minimizzato l’accaduto

Se la Ferrari ha sofferto con Raikkonen, con Sebastian Vettel anche a Sakhir la Rossa ha fatto capire di avere tutte le carte in regola per battagliare ad armi pari con la Mercedes. A conclusione della prima giornata di prove libere sul Bahrain International Circuit è proprio la SF70H del tedesco a svettare in cima alla classifica. Seb, che ha stampato il miglior crono col tempo di 1:31.310, ha staccato di 41 millesimi la Mercedes di Bottas.
Già come si era già osservato nelle scorse due gare, anche a Sakhir la Ferrari ha mostrato una buona competitività sul giro secco anche se nelle FP2 è stato un problema di affidabilità a farla da padrone sulla Rossa numero 5 di Sebastian Vettel.

Anche se i vertici della scuderia italiana hanno minimizzato l’accaduto, la vettura del tedesco è stata fermata da un imprevisto blackout, pochi attimi prima che il tedesco iniziasse la simulazione di gara. Anche se Seb ha perso quasi trenta minuti di prove è riuscito a tornare in pista per il long-run: “Non so spiegare cosa sia successo nella seconda sessione di libere – ha raccontato alla stampa Sebastian Vettel – Esattamente come ho raccontato via radio la mia monoposto si è spenta e fortunatamente non abbiamo avuto danni, anzi siamo pure riusciti a ripartire e a completare la sessione“.

Nonostante il piccolo problema di affidabilità la Ferrari sembra essere competitiva ma solamente domani potremmo scoprire la reale forza delle Rosse sulla calda pista di Sakhir: “Mi piacerebbe poter lottare con Hamilton anche se dirlo oggi è difficile. Anche se sul giro secco la SF70H si è comportata molto bene, dobbiamo ancora migliorare la macchina in previsione della gara – ha proseguito – È sulla distanza che abbiamo alcune difficoltà ma abbiamo ancora la giornata di domani a nostra disposizione“.

Infine Sebastian Vettel non si è lesinato dal commentare la scelta di Fernando Alonso di non correre a Monaco per disputare la 500 Miglia di Indianapolis a fine maggio: “Io preferisco correre in Formula 1 ad essere sincero. Lui è libero di fare quello che vuole. Personalmente non l’avrei mai fatto“, ha sentenziato.

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 28 anni e sono di Genova. Dopo il liceo linguistico ho iniziato a studiare comunicazione nella speranza di realizzare il mio sogno di diventare giornalista. Vivo sempre con la testa sulle nuvole, mi piace scrivere e sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Per il resto sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle. Sono una selezionatrice: se è vero che «gli amici sono la famiglia che scegli», quelli veri li conto sulle dita di una mano ma il mio motto è 'meglio pochi ma buoni'.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.