Formula 1 | GP Bahrain 2017, libere. Pirelli: temperature elevate e asfalto scivoloso

I pneumatici P Zero hanno affrontato oggi temperature tra le più alte mai registrate in Formula 1: l’asfalto ha raggiunto i 56° durante le prime prove libere, oltre 20 gradi in più rispetto al 2016.

Formula 1 | GP Bahrain 2017, libere. Pirelli: temperature elevate e asfalto scivoloso

Questo fattore, combinato con il layout del circuito, ha portato a un aumento del degrado termico dei pneumatici. In FP2, in condizioni più rappresentative per qualifiche e gara e con 37° di asfalto, la supersoft è stata di circa 1,5 secondi più veloce rispetto alla soft: un gap più alto rispetto al previsto.

Le tre mescole nominate
mescole-gp-cina-2017

Mario Isola – Responsabile car racing:
Oggi si sono viste condizioni estreme e un tracciato più “sporco” rispetto al previsto. Con una differenza prestazionale di un secondo e mezzo tra le due mescole ed un degrado della supersoft maggiore rispetto a quanto visto nelle passate due gare, sarà particolarmente importante l’analisi dei dati di domani al fine di definire la migliore strategia di gara. Con i primi tre piloti in un decimo di secondo si prospetta una sfida interessante per il resto del weekend “.

Tempi libere 1

PILOTA

TEMPO

MESCOLA

Vettel

1m 32.697s

SOFT NEW

Ricciardo

1m 33.097s

SOFT NEW

Verstappen

1m 33.566s

SOFT NEW

 

Tempi libere 2

PILOTA

TEMPO

MESCOLA

Vettel

1m 31.310s

SUPERSOFT NEW

Bottas

1m 31.351s

SUPERSOFT NEW

Ricciardo

1m 31.376s

SUPERSOFT NEW

Stint più lunghi della giornata:

MESCOLA

PILOTA

GIRI

MEDIUM

Ocon, Ricciardo, Stroll

12

SOFT

Stroll

26

SUPERSOFT

Ericsson

26


Pneumatici nominati quest’anno

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *