FIAFormula 1 2017Gran Premio AustraliaHaas F1 Team

Formula 1 | Haas costretta a rimuovere la T-wing per eccessiva flessibilità

Non è garantita la permanenza della T-wing sulla Haas, dopo l’esortazione da parte della FIA a rimuoverla a causa dell’eccessiva flessibilità durante le libere 1 del GP Australia.

Mediante le immagini televisive è chiaramente visibile il movimento del dispositivo sulla VF-17 di Grosjean e Magnussen, ritenuto sospetto e pericoloso dalla Federazione. In vista del Free Practice 2 è stato quindi rimosso dalla vettura e il team principal Gunther Steiner ha affermato che probabilmente la T-wing non ricomparirà in futuro.

Abbiamo corso con la T-wing a Barcellona senza alcun problema in frenata o in altre occasioni. Prima dell’FP2 abbiamo dovuto rimuoverla a causa della sua flessibilità, e adesso vedremo cosa fare nelle libere 3″ ha dichiarato Steiner.

“Nei dati possiamo vedere che la downforce c’è. Funziona e vorremmo rimontarla, ma dobbiamo prima sapere se ci sarà concesso. Su questa monoposto tutto è esasperato, tutto aiuta e si vuole mantenere”. 

Romain Grosjean è stato in grado di ripetere l’ottavo tempo anche senza T-wing, nonostante abbia concluso la seconda sessione quattro decimi più lento rispetto a Carlos Sainz su Toro Rosso. Secondo Steiner il pilota francese avrebbe potuto registrare una performance ancora migliore, mentre Magnussen è stato protagonista di due prove problematiche a causa di una perdita d’acqua in FP2 e di un problema di bilanciamento al debutto.

Topics
Continua la lettura

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *