Formula 1 | Test Barcellona 2017 – Fernando Alonso il dramma continua: “L’unico problema è il motore”

Nonostante l’ennesima difficoltà Fernando Alonso continua a credere fermamente nella McLaren, tanto da allontanare la data del ritiro dal mondo della Formula 1

Dopo i buoni risultati ottenuti nella stagione appena passata, la McLaren sembra essere ricaduta in un tunnel senza alcuna via d’uscita. Fin dalla prima sessione di test invernali la MCL32 ha sofferto a causa della power unit Honda, costringendo il team di Woking, già in ritardo di chilometraggio rispetto agli avversari, ad accorciare il programma di lavoro quotidiano. Anche se Fernando Alonso e Vandoorne non hanno mai nascosto quanto la monoposto sia interessante a livello telaistico, il vero handicap della MCL32, esattamente come delle monoposto che l’hanno preceduta, continua a essere la power unit giapponese. Guardando il debutto fallimentare della McLaren in queste due sessioni, sembra proprio che la power unit Honda abbia perfino fatto un passo indietro rispetto al 2016.

Anche questo pomeriggio la McLaren ha accusato nuovi problemi. Dopo alcune noie incontrate in mattinata Fernando Alonso, che ha completato appena 46 giri, è stato bloccato da una perdita di acqua del radiatore. La situazione inizia a essere insostenibile per tutti e i malumori ormai non sono nemmeno più tanto velati. Dopo le esternazioni dei giorni scorsi del Racing Director, Eric Boullier, a rincarare la dose ci ha pensato lo stesso pilota spagnolo, direttamente dal paddock del Montmelò: “Anche se la situazione è apparentemente simile a quella degli anni scorsi, per il momento siamo ben più delusi perché ci aspettavamo grandi cose dal cambio di regole. Abbiamo solo un problema sulla nostra vettura: la power unit. Continuiamo a non avere potenza visto che in pieno rettilineo accusiamo un distacco di 13 km/h rispetto ai nostri avversari. Sono fiducioso che per Melbourne molte cose cambieranno e non posso dire quando nel corso della stagione ma nel 2017 voglio vincere delle gare. Il vero punto interrogativo sarà il motore e solo in occasione della prima gara dell’anno potremmo capire quanti cavalli potremmo avere a nostra disposizione“.

Nonostante l’ennesima difficoltà Fernando Alonso continua a credere fermamente nella McLaren, tanto da allontanare la data del ritiro dal mondo della Formula 1: “Sappiamo di essere una grande squadra, a suggerirlo sono i risultati. Abbiamo bisogno di una reazione, immediata e da parte di tutti, dobbiamo stare uniti – ha continuato il pilota spagnolo – Voglio continuare a correre fino a quando non potrò chiudere la mia carriera nel modo in cui merito. Appenderò il casco al chiodo il giorno in cui vedrò i miei colleghi frenare dopo di me, fare traiettorie fuori dalla mia portata e partenze eccezionali. Questo non è il momento di ritirarsi“, ha concluso.

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.