Formula 1 | Ecco perché Fernando Alonso non ha potuto guidare la Mercedes

Fernando Alonso era stato contattato dalla Mercedes per prendere il posto di Rosberg ma il contratto che lo lega alla McLaren ha frenato la trattativa

Da quando Nico Rosberg ha annunciato la volontà di ritirarsi, scatenando così il Mercato Piloti per quello che è sicuramente il sedile più ambito dell’intera griglia di partenza di Formula 1, in più di un’occasione hanno preso piede voci a riguardo di un certo interesse della scuderia tedesca per Fernando Alonso. I rumors, confermati in parte anche dal pilota spagnolo, ora trovano garanzia anche dalle parole di Toto Wolff che ha ha sottolineato di aver parlato con l’iberico circa la possibilità di prendere il posto di Rosberg.

Per me Fernando Alonso è un grande pilota e un personaggio davvero importante per il mondo della Formula 1. È vero, lo abbiamo contattato per prendere il posto di Rosberg ma, avendo già in attivo un contratto con la McLaren le trattative non sono andate avanti – ha raccontato il manager austriaco ai colleghi di Movistar TV – Questa era la situazione. I contratti vanno rispettati. Bisogna vedere un team come un insieme, capire tutte le dinamiche e questo ha giocato un ruolo nella questione“.

Archiviato il primo weekend della stagione, che ha visto la Mercedes perdere il confronto diretto con la Ferrari, Wolff è tornato a parlare della situazione della McLaren: “Per Fernando Alonso non è certamente una situazione facile perché si trova a correre per una scuderia dalla grande storia e anche la Honda per parecchio tempo è stato un riferimento per i motoristi però per qualche motivo non sono riusciti a prendere la strada giusta – ha continuato – Non deve essere facile per lui non poter lottare per la vittoria. Ci manca una McLaren competitiva, è uno dei marchi che hanno fatto la storia della Formula 1 e per questo motivo sarebbe davvero bello rivederla davanti a lottare coi primi“.

Scritto da: Eleonora Ottonello

Eleonora Ottonello
Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.