Formula 1 | Martin Brundle: “La pazienza di Fernando Alonso è agli sgoccioli!”

Martin Brundle afferma che Fernando Alonso abbia dato tutto in Australia, nonostante la poca competitività della sua MCL32 e perciò la sua pazienza potrebbe essere agli sgoccioli

Martin Brundle ex pilota di Formula 1 e commentatore televisivo, ha espresso ciò che pensa a riguardo della difficile situazione di Fernando Alonso. Il pilota spagnolo infatti non può esprimere totalmente il suo talento a causa della sua McLaren-Honda, e dopo tre stagioni in cui è in attesa di una vettura finalmente competitiva, le cose sembra che rimangano uguali anche per il 2017.

Il Gran Premio d’Australia ha confermato la mancanza di competitività della MCL32. Fernando Alonso si è qualificato in tredicesima posizione ed ha lasciato la gara dopo essere entrato in zona punti, a quattro giri dalla fine. A riguardo Martin Brundle ha dichiarato: “Fernando Alonso ha attaccato tutte le aree di frenata e l’apice delle curve come al suo solito, mettendo in risalto il suo talento, nonostante il suo motore Honda l’abbia tristemente sottodimensionato. Mi rendo conto che la sua pazienza possa essere già in rapido declino”.

L’ex pilota inglese ha detto la sua, anche sulla lotta per la vittoria. La Mercedes ha chiaramente dominato le ultime tre stagioni, ma adesso sembra che la Ferrari abbia fatto un passo in avanti e può combattere con la squadra che è campione in carica, infatti a riguardo Martin Brundle ha affermato: “Sebastian Vettel ha dimostrato di essere più a suo agio con la sua Ferrari, rispetto a Lewis Hamilton con la sua Mercedes. Anche se in casa Ferrari devono ancora aspettare per vedere le effettive prestazioni della nuova SF70-H”.

Infine, ai piloti sembra che le nuove vetture siano piaciute, nonostante nella prima gara si sia evidenziata la mancanza di sorpassi. “I piloti dicono che queste monoposto sono più divertenti, seppur più difficili da guidare. L’obiettivo era quello di far diventare le vetture più veloci, passando da tre a cinque secondi, ma non è migliorato il sorpasso. La gara è stata vinta ai box, non in pista, e noi vogliamo cambiare questo aspetto per far diventare la Formula 1 più interessante per tutti” ha così concluso Martin Brundle. 

Scritto da: Sabrina Aceto

Sabrina Aceto
Mi chiamo Sabrina ho 25 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.